top of page

Bianchetti: La questione ambientale della Valle del Mela non può essere più trattata da pochi



In riferimento all’incontro con i sindaci dei Comuni di Milazzo e San Filippo del Mela, il ministro, ed una parte della deputazione per discutere del Riesame dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) della Raffineria di Milazzo che oggi si terrà presso il Ministero della Transizione Ecologica, interviene la consigliera del comune di Pace del Mela Angela Bianchetti che considera essere necessario individuare un modello di sviluppo ecosostebile al fine di garantire livelli occupazionali, tutela dell'ambiente e difesa della salute pubblica; il risanamento ambientale è il futuro della Valle del Mela

“ L'impatto ambientale prodotto dalla Raffineria supera i confini territoriali dei comuni di San Filippo del Mela e Milazzo e non è più accettabile e tollerabile che riunioni, incontri e decisioni che interessano l'intero territorio vengano prese da pochi, senza il coinvolgimento di chi subisce da decenni il pressante inquinamento industriale”. Scrive in una nota. Secondo il consigliere comunale, I sindaci dell'Area ad elevato rischio di crisi ambientale del Mela e del Sito di interesse nazionale per le bonifiche dell'Area industriale di Milazzo hanno il diritto di essere coinvolti in decisioni che riguardano la salute dei propri cittadini.

“ Da anni le associazioni (costituite da cittadini), che sono portatori di interessi collettivi e diffusi, lamentano che gli abitanti della Valle del Mela subiscono decisioni assunte nelle stanze dei palazzi del potere, senza il coinvolgimento delle parti coinvolte. - Conclude Bianchetti- Nelle prossime ore invierò una richiesta al Presidente del Consiglio Comunale di Pace del Mela per chiedere la convocazione di una seduta aperta, invitando anche il Ministro della Transizione Ecologica, la Regione Siciliana, la Città Metropolitana, i Sindaci e le Associazioni per trattare l'annosa questione ambientale e sanitaria”.




Comentários


bottom of page