top of page

Calcio: sconfitta indolore per la Nuova Igea Virtus. I giallorossi sono aritmeticamente salvi

Obiettivo raggiunto, i giallorossi ottengono la permanenza nel campionato di serie D con 3 giornate di anticipo

Pesante sconfitta per i giallorossi, ma questa volta niente malumori o tensioni, perché i risultati degli altri campi hanno regalato la aritmetica salvezza. Dunque anche nella prossima stagione rivedremo l'undici barcellonese in serie D.


Ad un certo punto della stagione, la salvezza sembrava appesa uad un filo, ma il lavoro di mister Di Gaetano ha dato i suoi frutti, una serie di risultati hanno permesso all'Igea di festeggiare la permanenza nel campionato di serie D. C'è chi resta e chi va, infatti, se i giallorossi hanno ottenuto la permanenza, una siciliana ottiene la promozione in serie C, il Trapani batte per 1 a 0 il Siracusa nello scontro diretto, consentendo ai granata di tornare tra i professionisti dopo un campionato al vertice.



Sintesi

Al "Saraceno" di Ravanusa i giallorossi incontrano un Canicattì affamato di punti, però i primi ad iniziare le offensive sono i giallorossi: al terzo minuti arrivo il primo tiro in porta della gara che costringe Pietroluongo agli straordinari. Pochi minuti dopo, all'ottavo della prima frazione, è il Canicattì a farsi sotto: Sidibe va a botta sicura dopo un cross a rimorchio, La Rosa abbassa la saracinesca e sfodera una gran parata. Al 23' è ancora la squadra ospite a rendersi pericolosa, con la botta di Trombino che, però, trova solo il palo.


Al 25' succede di tutto: per il Canicattì, Iezzi si procura un calcio di rigore. Dal dischetto Bonilla si fa ipnotizzare da La Rosa, ma sulla ribattuta il direttore di gara vede un fallo concedendo un nuovo penalty. Il secondo tentativo è quello buono, dagli undici metri si presenta questa volta Sidibe, che insacca. Il raddoppio arriva dieci minuti più tardi, al 36' è Salvia che da calcio d'angolo trova la coordinazione giusta per infilare la palla in porta e regalare il temporaneo 2-0 ai biancorossi. Nemmeno il tempo di finire i festeggiamenti, che lo stesso Salvia è autore del 3-0 al minuto '38, con una rete da cineteca.



Pochi minuti prima, Nuova Igea costretta al cambio forzato. infortunio per Ordoñez in contrasto con Pietroluongo, movimento innaturale del ginocchio con il giocatore portato in ospedale per ulteriori accertamenti. Al suo posto entra De Gaetano. Nella ripresa la Nuova Igea tenta a dare uno scossone alla partita: al 71' Trombino accorca le distanza e segna il 3-1. Tutto inutile però, il Canicattì tiene bene il campo e al minuto 88 su uno svarione della difesa ospite trova il definitivo 4-1 grazie alla rete di Mirko Caserta.



Il tabellino

Canicattì: Pietroluongo, Frangiamone, Tedesco (10’ st Perez), Sottile (27’ st Giancotti), Amenta, Loza, Salvia, Sidibe, Bonilla (19’ st Garofalo), Iezzi (39’ st Caserta), Petrucci (45’ st Messina). All. Pidatella.


Igea Virtus: La Rosa, Franchina (15’ st Trovato), Verdura (1’ st Triolo), Ferrigno, Longo, Ordoñez (32’ pt De Gaetano), Trombino, Di Cristina, Calafiore (15’ st Abbate), Cannistrà (1’ st Di Piedi), Catanzaro. All. Di Gaetano.


Marcatori: 27 ’pt Sidibe (C, rig.), 34’ pt e 38’ pt Salvia (C), 25’ st Trombino (I), 41’ st Caserta (C).


Arbitro: Moro di Novi Ligure



I risultati



La classifica



Il prossimo turno


Comments


bottom of page