top of page

Calciomercato: i possibili colpi di gennaio




Il calcio non va mai in vacanza! Infatti, nonostante il periodo di pausa e di relax legato alle festività natalizie, i club del Campionato di Serie A non smettono di lavorare, in particolare in ottica calciomercato. Tra meno di una settimana, precisamente lunedì 3 gennaio 2022, la sessione invernale di calciomercato aprirà i battenti.

Alcune squadre hanno giocato d'anticipo, piazzando, così, i primi colpi sia in entrata che in uscita; mentre altre stanno studiando i profili migliori sui quali investire fiducia e risorse economiche.


A sorpresa, il primo colpo del 2022 vede protagonista l'Atalanta che si è assicurata le prestazioni sportive di Jeremie Boga, per una cifra che si aggira intorno ai 22 milioni di euro più bonus.

L'attaccante del Sassuolo, dopo le visite mediche, passerà alla corte di Gasperini per rinforzare una formazione già stellare come quella bergamasca. Altra formazione che si è già mossa per migliorare la propria rosa è la Fiorentina. La squadra allenata da Vincenzo Italiano ha acquistato Jonathan Ikonè, esterno classe 1998 del Lille, che arriverà a Firenze per la cifra di 13 milioni più bonus. Movimento in uscita, invece, per il Napoli di Luciano Spalletti che salutato il centrale difensivo Manolas che ritorna in patria, all'Olympiakos. Per rimpiazzare l'ex Roma, la società partenopea ha già alcuni nomi in mente. Il più caldo nelle ultime ore è quello di Malang Sarr, ventiduenne difensore francese che, quest'anno, con il Chelsea non sta trovando lo spazio giusto.

Situazione da monitorare con attenzione quella che riguarda Lorenzo Insigne; infatti, negli ultimi giorni numerosi siti hanno riportato la notizia di un quasi certo approdo del capitano azzurro al Toronto Fc, squadra che milita nel campionato di MLS.

A convincere il numero 24, che però dovrebbe restare all'ombra del Vesuvio fino a giugno, sono i 9,5 milioni di euro annui che il club canadese ha offerto. Una proposta irrinunciabile che molto probabilmente verrà accettata dal fantasista della Nazionale.

In quel di Milano, invece, l'Inter campione d'inverno valuta l'acquisto di Nandez del Cagliari. Il centrocampista uruguaiano sarebbe il profilo giusto per rinforzare la rosa già competitiva di Simone Inzaghi. La trattativa non è ancora entrata nel vivo, ma fonti vicine alla società nerazzurra dicono che Beppe Marotta sia già in contatto con la società sarda. Per quanto riguarda il Milan, che quest'anno è stato decimato dai molti infortuni, l'obiettivo principale è un difensore che possa sostituire il lungodegente Simon Kjaer. Maldini e la dirigenza rossonera hanno puntato gli occhi su due profili diversi ma di caratura internazionale. Il primo è Sven Botman, 21enne olandese del Lilla; il secondo, invece, risponde al nome di Abdou Diallo del Psg. Entrambi hanno un cartellino molto elevato che si aggira tra i 20-30 milioni, per questo i rossoneri devono valutare bene le mosse da fare in questa finestra di mercato. Il giorno di Natale è già passato e, purtroppo, Max Allegri non ha trovato il tanto atteso attaccante sotto l'albero di Natale. La dirigenza juventina, quindi, deve rimediare alla dimenticanza di Santa Claus e regalare al più presto un bomber al tecnico livornese.

Come è ormai noto, il grande desiderio della vecchia signora è alto 190 cm, è serbo e, attualmente, è il capocannoniere del campionato: il suo nome è Dušan Vlahović. L'attaccante della Fiorentina è un pensiero fisso di Nedved e Cherubini che lo seguono ormai da tempo; tuttavia, il Presidente della viola, Rocco Commisso, non ha alcuna intenzione di cedere il proprio gioiellino, specialmente a gennaio. Per questo i bianconeri stanno valutando altre piste. Mauro Icardi potrebbe essere un opzione di lusso e non troppo costosa se il Psg aprisse a un prestito fino a giugno con l'opzione del diritto di riscatto; tuttavia, Pochettino per ora ha blindato l'ex capitano dell'Inter, affermando che è al centro del progetto tecnico dei parigini. Solo una suggestione, invece, quella che voleva Aubameyang ai piedi della Mole Antonelliana. L'ex attaccante del Borussia Dortmund, attualmente all'Arsenal, ha un ingaggio davvero faraonico, 14 milioni di euro; una cifra troppo onerosa per le casse della società torinese. La cura alla sterilità in attacco dei bianconeri potrebbe arrivare proprio dall'Italia, precisamente da Reggio Emilia. Infatti, secondo le ultime indiscrezioni i dirigenti juventini starebbero parlando con l'ad del Sassuolo per l'acquisto di Gianluca Scamacca, valutato 30/35 milioni dalla società neroverde. La Juve vorrebbe trovare una soluzione economica più vantaggiosa, magari dilazionando il pagamento in più anni come avvenuto in estate nella trattativa per Manuel Locatelli. E nel frattempo spera di incassare un piccolo tesoretto dalle cessioni di quei giocatori che Allegri non ritiene intoccabili.


Comments


bottom of page