top of page

Caro voli, Senatrice Musolino (IV): "Natale in Sicilia a prezzi stellari"

"Il Governo e Schifani stanno a guardare". È il commento della senatrice messinese Dafne Musolino nell'assistere al rincaro del costo dei voli in Sicilia. E questo mentre le festività natalizie si avvicinano. Un problema per siciliani e turisti diretti verso l'isola, che si trovano di fronte a un ostacolo significativo: i costi dei biglietti aerei. Non siamo ancora ai picchi registrati tra dicembre 2022 e lo scorso gennaio, ma le tariffe aeree sono ancora lontane dall'essere accessibili.


La senatrice Dafne Musolino, esponente di Italia Viva: “Nelle simulazioni di volo effettuate recentemente, è emerso un quadro allarmante. Le principali compagnie aeree che collegano gli aeroporti di Palermo e Catania con le principali città italiane stanno applicando tariffe elevate, rendendo difficile per molti Siciliani e viaggiatori programmare una visita nell'Isola durante le festività natalizie. Considerando che molti lavoratori o studenti fuori sede cercano di tornare a casa per godersi un periodo di relax che va dal 22 dicembre al giorno dopo l'Epifania, la situazione si fa critica, soprattutto quando si considera il costo aggiuntivo dei bagagli".


"La questione principale che emerge è il divario tra le tariffe dei voli domestici e quelle delle rotte internazionali, spesso molto più lunghe –. fa notare la Musolino - In questo caso, il fattore determinante sembra essere la domanda di mercato, con le rotte nazionali più popolari che vedono un aumento significativo dei prezzi. Ciò significa che gli aerei delle principali compagnie, tra cui Ryanair, Ita e AeroItalia, quest’ultima ricordiamo voluta nell’Isola dallo stesso Presidente della Regione, sono spesso completamente prenotati durante le festività, il che porta a un inevitabile aumento dei costi.

Durante il discorso sulla fiducia, ho dichiarato alla Premier Meloni che questo problema mette i Siciliani, specialmente coloro che vivono fuori, in una difficile alternativa: decidere se spendere lo stipendio per tornare a casa o rimanere fuori sede e fare videochiamate con i propri cari. Il Governo aveva cercato di affrontare il problema con il Decreto Legge sulla competitività, ma è stato costretto a ritirarlo a seguito delle minacce di Ryanair. E ora ci chiediamo cosa dobbiamo aspettarci.

Il Presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, ha una carta da giocare: l'introduzione di un bonus sconto per i Siciliani che viaggiano in aereo. Questa iniziativa era stata ventilata all'inizio del mandato e promessa entro il primo anno di amministrazione, ma ancora non abbiamo notizie certe di questo decreto e rimaniamo in attesa fiduciosi che presto potrebbe arrivarne l'approvazione.

La questione dei costi dei biglietti aerei rimane una priorità – conclude la senatrice - e la soluzione dovrà essere trovata per garantire che le famiglie possano riunirsi durante questo periodo speciale senza dover affrontare costi proibitivi”.

bottom of page