top of page

De Luca (M5S) chiede chiarezza sulla convenzione tra la Fondazione Giglio di Cefalù e l’Asp Me


L’argomento sarà trattato in commissione salute dell’Ars, il deputato pentastellato vuole sapere se si sta davvero potenziando l’ospedale del comune neboroideo o se si tratta dell’ennesimo bluff del governo Musumeci


MISTRETTA . La convenzione tra la Fondazione Giglio e l’Asp di Messina finisce sul tavolo della Commissione Salute dell’Ars. L’onorevole Antonio De Luca, deputato regionale del Movimento Cinque Stelle nonché componente della VI commissione , ha chiesto l’audizione del Commissario Straordinario Asp Messina, Bernardo Alagna; del presidente della Fondazione Giglio di Cefalù, Giovanni Albano; del direttore sanitario dell’Ospedale di Mistretta, Paolina Reitano; dell’assessore Regionale della Salute, Ruggero Razza. La discussione era stata fissata per stamattina ma la seduta è stata rinviata a domani, mercoledì 1 dicembre.

«E’ arrivato il momento – afferma il parlamentare regionale - di fare piena luce sui termini della suddetta convenzione, che avrebbe dovuto portato gli specialisti e l’equipe di urologia del Giglio a lavorare nel presidio ospedaliero di Mistretta. Bisogna poi capire quali sono le condizioni economiche della convenzione, come sono distribuiti oneri e ricavi e se la stessa mette a rischio i posti letto e il personale sanitario di Mistretta. Se la convenzione non migliora i servizi nei confronti dell’utenza territoriale e taglia i posti letto va modificata».

«Nelle scorse settimane - continua il Portavoce pentastellato - la Uil-Fpl di Messina ha presentato una denuncia alla Procura della Corte dei conti ipotizzando un possibile danno erariale per l’Asp di Messina e sembrerebbe che, in esito a ciò, i vertici regionali abbiano deciso di sospendere la convenzione. La seduta della VI commissione sarà un’importante occasione per delineare in maniera trasparente il quadro all’interno del quale si è operato fino ad oggi. Va soprattutto chiarito se con tale convenzione si è davvero pensato a potenziare l’ospedale di Mistretta o se invece siamo dinanzi all’ennesimo bluff, visto, ad esempio, che pare continui a mancare l’ambulatorio

di urologia, che è di fondamentale importanza vista l’età media dei residenti del comune nebroideo».

«Mi auguro – conclude l’onorevole De Luca - che l’assessore Razza decida di presentarsi in commissione e che per una volta ci metta la faccia, senza sfuggire al confronto. Se l’esponente della giunta Musumeci non ha alcun obbligo nei miei riguardi, certamente li ha nei confronti dei siciliani e dei messinesi, che hanno diritto alla massima trasparenza. Mistretta è una comunità importante qualificata come zona disagiata, che merita attenzione e misure adeguate e non certo di essere presa in giro dopo le tante promesse fatte dal centrodestra».

Comments


bottom of page