top of page

Focus sul Picerno, prossimo avversario dell'ACR Messina




-LA SFIDA. domenica 26 Settembre alle ore 14:30, i ragazzi di Salvatore Sullo scenderanno in campo contro il Picerno, per la sfida valevole per la 5a giornata del campionato di Serie girone C.

Allo stadio 'Donato Curcio' andrà in scena un match interessante e sulla carta equilibrato, tra due new entry di questo torneo, infatti se l'ACR Messina si è guadagnata la promozione vincendo il campionato di Serie D, il Picerno è stato ripescato in extremis proprio a favore di un'altra squadra di Messina , il Football Club.


Andiamo a vedere nel dettaglio che tipo di avversario affronteranno i giallorossi questa Domenica:


-FOCUS. La squadra di provincia di Potenza la passata stagione si è piazzata seconda nel girone H di Serie D, quest'anno invece, sorprendendo anche un pò è a quota 5 punti, con 2 sconfitte, un pareggio e una vittoria all'attivo, stesso ruotino di marcia dei biancoscudati anch'essi a 5 punti.

Il Picerno è reduce da una vittoria di misura contro la Turris per 1 a 0 grazie alla rete di Setola proprio allo scadere.

L'attacco dei rossoblu non è molto prolifico, infatti la squadra allenata da Paolo Antonio è andata a segno per la prima volta proprio la scorsa giornata, d'altro canto però, la difesa risulta essere molto solida, infatti in 5 partite è stata bucata solo 1 volta da Simeri, nella sfida persa per 1 a 0 contro il Bari.

Generalmente i potentini si schierano in campo con 4-2-3-1:

Albertazzi in porta; Vanacore, Ferrani, De Franco, e Setola in difesa; sulla linea mediana Pitarresi e Dettori; dietro l'unica punta Reginaldo agiscono D'Angelo, Vivacqua ed Esposito.


-DA TENERE D'OCCHIO. L'uomo a cui dovranno prestare maggiore attenzione i difensori giallorossi è sicuramente Reginaldo, esperto attaccante brasiliano che vanta tanta esperienza anche in Serie A.

Nonostante l'età l'ex Siena, tra le altre, dimostra ancora tanta voglia di dare il suo contributo, Morelli e compagni dovranno tenere sempre alta la concentrazione.


Appuntamento quindi a domenica, con l'ACR Messina che troverà un avversario difficile da fronteggiare soprattutto per la sua solidità difensiva, servirà una prestazione di pazienza e soprattutto cinismo, per poter sfruttare le poche occasioni che capiteranno sui piedi di Vukusic e compagni.


Piero Inferrera

bottom of page