top of page

Gli eccidi delle foibe: le parole del Presidente Sergio Mattarella nel giorno del ricordo




FOTO: ITALPRESS


Le Foibe, una delle pagine più oscure della storia italiana nelle quali perdettero la vita migliaia di innocenti.

Le parole del Presidente Sergio Mattarella: “Il ricordo, anche il più doloroso, anche quello che trae origine dal male, può diventare seme di pace e di crescita civile”.

E’ opportuno tenere presente quante persone vennero gettate nelle fosse, vittime di fucilazioni ma anche ancora in vita, allineati sull’orlo della foiba legati tra loro con fil di ferro e colpiti dalla scarica trascinavano giù anche tutti gli altri.

E il Capo dello Stato aggiunge: “è un impegno di civiltà conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli istriani, dei fiumani, dei dalmati e degli altri italiani che avevano radici in quelle terre, così ricche di cultura e storia e così macchiate di sangue innocente”

Il discorso del Presidente sottolinea il dovere di ogni cittadino a ricordare la propria storia per imparare a trarre insegnamenti per costruire una società civile più giusta, l’odio politico, razziale, religioso ed etnico non deve prevalere sul rispetto della dignità umana.

bottom of page