top of page

Il Bartender Mamertino Peppe Gitto, sarà l’unico Milazzese presente alle fasi finali nazionali fino al mondiale per nazioni IBA

L'evento su svolgerà il 21 Maggio presso l’IPSSEOA “Karol Wojtyla” di Catania, che decreterà i finalisti che accederanno alla finale nazionale fino al traguardo conclusivo, la competizione Mondiale IBA

Alla competizione parteciperanno tutti i bartenders provenienti da tutte le provincie Siciliane, e saranno valutati da una selezionata giuria tecnica e degustativa, fino a decretare il finalista assoluto ed il team al prossimo "Concorso Nazionale Aibes". Tra i partecipanti anche il milazzese, Peppe Gitto.


L'evento è stato organizzato dall’Associazione A.I.B.E.S. Sez.Sicilia (Associazione Italiana Barman e Sostenitori)

unica associazione di categoria legalmente riconosciuta cn DPCM 16.1.1998 ed associata a quella mondiale IBA (International Bartender Association).

Saranno presenti alla kermesse i vertici Nazionali Aibes con il presidente Angelo Donnaloia, l'AdL di Aibes Promotion Franco Pennacchioni, il direttore dei concorsi nazionali Rocco Bucco e i consiglieri Santo Rapisarda e Carmelo Licciardello, il Fiduciario della sez. Sicilia Filippo Pagano insieme a tutto il suo team lavoro della sezione Sicilia e dove a farne parte con la qualifica di giudice office il referente di zona della prov. di Messina il professional bartender Francesco Sergente.



Una riflessione su come stia cambiando la realtà del bere "miscelato"


La miscelazione di oggi vede, sempre a fronte di nuovi trends, la necessita di una più attenta e curata ricerca delle materie prime utilizzate. Ciò solo per potersi distinguere e offrire ai propri clienti una proposta unica, in un mestiere che si avvicina sempre più ad una forma d’arte che a un lavoro in sé.


Negli anni sono stati fatti passi da gigante, si hanno adesso a disposizione strumenti che solo 10 anni fa erano impensabili (internet, libri di settore, blogs…) Questo ha permesso anche al cliente in prima persona,di avere una maggiore consapevolezza di ciò che chiede e aspettarsi di fronte al banco bar. Siamo ancora lontani da realtà come Londra e New York, ma non poi così tanto se si pensa che i migliori bartenders all’estero sono tutti italiani.



Comments


bottom of page