top of page

Importante conferenza a Palazzo Zanca sui servizi sull'autismo


Attraverso un comunicato ufficiale il Comune di Messina comunica che quest'oggi a Palazzo Zanca si è svolta una conferenza sui servizi relativi all'autismo.


All'evento hanno presenziato il Vicesindaco Carlotta Previti e l'Assessore Alessandra Calafiore incontrando gli Stati Generali dell'autismo a Messina, l'obiettivo di questa conferenza è stato orientato a condividere e creare nuovi modelli che permettano l'inclusività anche a coloro che sono affetti da autismo. Alla riunione hanno partecipato anche dei rappresentanti dell’Asp di Messina, dell’Università degli Studi di Messina, del Policlinico, dell’Irccs Neurolesi, del Cnr, dell’Ufficio scolastico provinciale; e anche una delegazione delle associazioni dei familiari di soggetti con disturbi autistici.


Alla luce di questa conferenza è importante evidenziare le parole del Vicesindaco Previti la quale sostiene che sono stati stanziati 14,2 milioni di euro al ''settore socioassistenziale e disabilità'', in questo settore ovviamente rientrano anche i servizi per aiutare i soggetti autistici. Inoltre aggiunge sempre il Vicesindaco, che il Comune non ha competenza nella parte sanitaria, ma l’attività socioassistenziale ha poi investito 1,5 milioni di euro con i fondi Poc Metro nel progetto Inter Pares coprogettato assieme all’Irib Cnr nei locali comunali dell’Istituto Marino di Mortelle.

E in tema di accoglienza e inclusione facendo riferimento alla “Cittadella dei diritti” di Gravitelli, l’Assessore Calafiore ha dichiarato che: “sarà una pietra miliare, poichè l’acquisizione dell’ex Città del Ragazzo di Gravitelli da parte della Città Metropolitana consentirà infatti di realizzare un’area con servizi di natura sociosanitaria da erogare attraverso progetti da finanziare con le risorse del Pnrr. Procederemo dopo aver completato la ricognizione strutturale ad avviare una manifestazione di interesse per coinvolgere soggetti pubblici e privati e vagliare le loro proposte. L’obiettivo è contribuire tutti insieme a far sentire meno soli i bambini e gli adulti affetti da autismo e ad alleviare il carico delle loro famiglie. L’interesse dell’Amministrazione comunale su questa tematica non nasce oggi, tavoli e riunioni si sono susseguiti precedentemente, questo incontro è stato voluto per fare il punto su quanto è stato realizzato per definire il quadro generale dell’iniziativa istituzionale e, quindi, agire con tutte le risorse a disposizione”.

Comentários


bottom of page