top of page

Intelligenza artificiale: in Italia, il primato è degli studenti del Verona Trento di Messina

L'istituto messinese si aggiudica il merito di avere prima di tutti realizzato un robot dotato di intelligenza artificiale.


Sono stati gli studenti dell’IIS Verona Trento di Messina i primi alunni in Italia di un Istituto Superiore a riuscire a programmare l’AI ChatGpt sui robot della scuola. ‘Pepper’ e ‘NAO’ ora riescono a rispondere su molte più questioni. Oggi, sabato 3 febbraio, la presentazione e tavola rotonda sulle prossime applicazioni e sui cambiamenti sociali e professionali.

“Alcuni studenti del nostro istituto sono stati i primi in Italia a realizzare una nuova applicazione per l'Intelligenza Artificiale. Tale innovazione ha rivoluzionato l'approccio alla programmazione classica dei nostri due robot umanoidi ‘Pepper’ e ‘NAO’, ai quali è stata integrata l'AI generativa di ChatGpt, unica nel suo genere in ambito scolastico, aprendo nuovi scenari nella comunicazione uomo-robot. Così i nostri Pepper e NAO, programmati in precedenza per rispondere solo a determinate domande, hanno ora ampliato le proprie conoscenze e riescono a rispondere a molte più questioni".


"La stessa cosa era già avvenuta in Italia solo in due Università, quindi siamo molto fieri che alunni della nostra scuola, molto più piccoli, siano riusciti in questa sfida, grazie alle competenze che già da parecchi anni hanno acquisito e sviluppato nell’ambito dell’informatica e della robotica”. Sono le parole della dirigente scolastica dell'IIS Verona Trento di Messina, professoressa Simonetta di Prima, soddisfatta del premio ottenuto dagli studenti nel corso del Forum sull'Intelligenza Artificiale svoltosi a Palermo. “Riteniamo da sempre – ha detto la dirigente - che l’Intelligenza artificiale non sia il male assoluto, ma un’opportunità.

Tuttavia, come accade per tutte le nuove tecnologie, è importante sia sempre l’uomo a guidare il percorso delle macchine per evitare usi impropri e per fare in modo che l’IA sia uno strumento utile di supporto, ma non sostituisca del tutto il personale umano. L’avvento di ChatGpt 4, lo strumento di Intelligenza Artificiale generativa sviluppato da Open AI che risponde a qualsiasi domanda conoscendo milioni di testi, potrebbe rappresentare davvero una rivoluzione del mondo del lavoro senza precedenti, dove mansioni, ruoli e lo stesso mercato occupazionale potrebbero essere direttamente condizionati e radicalmente modificati.

È fondamentale a questo punto che le Istituzioni pongano un freno ad alcuni utilizzi dell’AI, ponendosi questioni lavorative, etiche, di privacy e di correttezza delle notizie, ma è utile che gli studenti siano al passo con i tempi per sviluppare sempre al meglio le loro skills”.


Proprio per capirne di più sull’utilizzo dell’IA a scuola nel continuo scenario dell'innovazione tecnologica, gli studenti che hanno integrato Chatgpt su Nao e Pepper Maurizio Palano e Mirko Cerasi, coadiuvati dagli altri membri del team Simona Marzullo, Ivan Lin, Giuseppe Fleres e Carlo Maio illustreranno oggi con inizio alle 9:30 nell’aula Smiroldo dell’IIS Verona Trento il software integrato nei due robot che permette di consultare l’AI Generativa Chatgpt attraverso una maggiore interazione con i robot umanoidi, amplificando ulteriormente così le loro straordinarie potenzialità.


Dopo, la professoressa Simonetta Di Prima, porterà i saluti istituzionali, evidenziando con orgoglio l'eccellenza di questi studenti e l'importanza di un'istruzione che incoraggi la creatività e l'innovazione per affrontare le sfide del futuro con determinazione. Si darà poi luogo ad una tavola rotonda che avrà per oggetto: “Intelligenza Artificiale, applicazioni, cambiamenti sociali e professionali”. L'evento, realizzato in collaborazione con GDG Nebrodi, Rotary Nebrodi e Flutter Messina, si prospetta come un'occasione unica per esplorare il potenziale dell'Intelligenza Artificiale e per promuovere lo scambio di idee e conoscenze tra studenti, accademici e professionisti, contribuendo così a plasmare il futuro della tecnologia e della società.


Antonella Rotondo, Ambasciatore di Women Techmakers del GDG Nebrodi, offrirà una prospettiva illuminante sul ruolo delle donne nel mondo della tecnologia e dell'Intelligenza Artificiale, promuovendo l'inclusione e la diversità come motori dell'innovazione. Il Rotary, rappresentato da Salvino Fidacaro, CEO di G_Edit, condividerà una visione focalizzata sull'importanza dell'innovazione tecnologica e sulla collaborazione tra settore pubblico e privato per creare opportunità di crescita sociale ed economica. L'Università di Messina sarà rappresentata dalla professoressa associato Maria Fazio, che condividerà le ultime scoperte e sviluppi nel campo dell'Intelligenza Artificiale, sottolineando il ruolo fondamentale dell'istruzione superiore nel formare futuri leader del settore. Il Dipartimento COSPECS dell'Università di Messina, tramite il ricercatore Andrea Nucita, offrirà in seguito una panoramica approfondita sui progressi tecnologici e le sfide attuali nel campo dell'Intelligenza Artificiale, evidenziando il valore della ricerca per stimolare l'innovazione continua.

Infine, l'Università di Palermo sarà rappresentata dal Direttore dell'Area Sistemi Informativi Riccardo Uccello che presenterà le tendenze emergenti e le opportunità future nel campo dei sistemi informativi e dell'AI, invitando gli studenti a scoprire nuovi orizzonti nel mondo della tecnologia.

Comments


bottom of page