"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

L'ACR Messina affronterà il Dattilo in un match che può valere molto in chiave promozione



L'ACR Messina dopo l'ultimo match vinto fuori casa contro il Castrovillari per 3 a 1, si avvicina ulteriormente ad una promozione tanto attesa, obiettivo che consentirebbe ai giallorossi di ritornare tra i professionisti dopo tanti anni.

L'approdo in Lega Pro però, passa inevitabilmente dalle ultime nove sfide di questo campionato, e fino a quando il primo posto non sarà consolidato aritmeticamente i ragazzi di mister Novelli dovranno prestare attenzione a possibili insidie nascoste dentro ogni partita.

Il Dattilo sarà la prossima avversaria dei peloritani, la squadra di provincia di Trapani è attualmente ottava in classifica con 33 punti, i biancoverdi sono reduci da un pareggio contro il Santa Maria Cilento, l'uomo da tenere d'occhio è Terranova Pietro, attaccante classe 1994 che in questa stagione ha siglato 13 reti, risultando uno dei migliori marcatori del girone I di questa serie D insieme a Foggia, attaccante proprio dell'Acr Messina.

Non sarà una partita facile essendo che il Dattilo non vince da quattro partite, ed è alla ricerca di punti preziosi per evitare di essere risucchiata nei bassifondi della classifica.

Gli uomini di Novelli cercheranno di gestire al meglio la pressione di questa gara, che è fondamentale per confermare ancora una volta il primo posto e la forza di una squadra che è focalizzata sul traguardo Lega Pro.

Da sottolineare l'assenza importante di Simone Addessi, che ha subito un distacco del tendine durante il riscaldamento del match contro il Castrovillari, e starà fuori dai campi di gioco per almeno 6-7 mesi, quella del centrocampista giallorosso è una grave perdita considerando che nel girone di ritorno aveva dato una grande contributo soprattutto in fase realizzativa.

Nonostante la perdita di uno degli uomini chiave, l'Acr Messina non può permettersi passi falsi, la forza del gruppo dovrà sopperire a questa ennesima difficoltà stagionale che metterà ancora una volta alla prova la tenuta della squadra.




Piero Inferrera