"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

L'ACR Messina carica le energie per il rush finale di stagione


Il campionato di Serie D, nell'ultima settimana, ha lasciato ampio spazio ai recuperi di partite che non sono state disputate causa di Covid-19, permettendo l'allineamento di tutte le squadre del calendario per le ultime giornate di campionato.

L'ACR Messina tornerà in campo il 9 Maggio contro il Santa Maria Cilento, avversario che attualmente occupa il nono posto in classifica a 33 punti, occhi puntati su Domenico Maggio, bomber dei campani con 15 reti all'attivo.

La squadra di Novelli prepara la sfida contro la Polisportiva Santa Maria contando sui rientri di Arcidiacono, Cascione e Gioffrè che daranno manforte ai compagni nella fase più delicata della stagione.

Arcidiacono rientra dopo un lungo stop, a causa di un infortunio rimediato nel derby contro l'FC Messina, i giallorossi potranno contare nuovamente sulle prestazioni del fantasista in maglia numero 7 che fino ad oggi ha realizzato 5 reti nel campionato corrente.

Bisogna fare attenzione alle possibili squalifiche, infatti Foggia, Sabatino, Bollino, Crisci e Vacca sono a rischio diffida, bisognerà tenere i nervi saldi per non incappare in possibili ammonizioni che costerebbero assenze pesanti per i peloritani.

La pausa dal campionato permette ai giocatori di rifiatare, prima di affrontare le ultime 7 partite, che risulteranno decisive per la tanto attesa promozione in serie C dell'ACR Messina, il rischio è quello che una pausa potrebbe comportare un alleggerimento della tensione, con una conseguente mancanza di concentrazione sull'obiettivo.

Il gruppo guidato da Novelli dovrà essere bravo a rimettere la testa sul campo e continuare a fare risultati, anche perchè nel calcio si sa, più si avvicina l'obiettivo e più il pallone inizia a pesare, considerando anche la vittoria nel recupero dell'FC Messina contro il Roccella per 3 a 0, che accorcia le distanze in classifica, i margini di errori si riducono drasticamente.



Piero Inferrera