top of page

L'ACR prepara l'esordio contro la Paganese tra mercato e polemiche relative allo stadio



Sabato 28 Agosto ore 17:30 allo stadio 'Marcello Torre' di Pagani, ci sarà il fischio d'inizio di Paganese-ACR Messina, non che match inaugurale del girone C di Serie C.


-LA SFIDA. I biancoscudati si presentano alla partita di domani reduci dal confortante 3 a 2 contro la Juve Stabia, ma mister Sullo ai microfoni della seconda conferenza stampa stagionale, ci tiene a precisare che l'impatto che i suoi ragazzi avranno sulla partita non dipenderà dalla gara precedente.

Il tecnico biancoscudato richiama a corte l'aiuto di tutta la città, in primis dei tifosi per questo avvio di stagione molto complicato anche alla luce della questione stadio.

La Paganese, con molti over in campo, giocherà per la sedicesima stagione consecutiva in questa categoria, un team esperto che conosce bene la Serie C e che sicuramente tenterà di mettere in difficoltà un Messina ancora incompleto, e in evidente ritardo con la programmazione, nonostante il grande lavoro fatto dal ds Argurio fino a questo momento.

La squadra allenata da Lello Di Napoli, è reduce da un'annata non del tutto positiva, la salvezza è stata raggiunta in extremis occupando il diciassettesimo posto in classifica, occhio quindi alla grande voglia di riscatto da parte della formazione azzurra.

Sarà anche la sfida degli ex, Cocchino d'Eboli, ex ds del Messina lasciatosi non con poche polemiche nei confronti della società, cercherà di procurare un dispiacere alla sua ex squadra.

La partita con la Juve Stabia insegna che questo Messina, nonostante ancora non sia definitivamente strutturato, ha la capacità di mettere in campo cuore e determinazione, quindi sicuramente il materiale umano non manca ai ragazzi di Sullo, bravo a trasmettere fin da subito alla squadra cosa significa giocare per la maglia giallorossa.

Tutti hanno da dimostrare qualcosa, anche Sasà Sullo, considerando ancora la sua poca esperienza da allenatore al netto delle sue poco più di 30 partite seduto su una panchina.


-NODO STADIO. In seguito alla nota emanata dall'amministrazione comunale in cui si ufficializza che Messina-Palermo non si giocherà al 'Franco Scoglio', spuntano nuovi dettagli in merito alla faccenda: infatti la Star System azienda catanese specializzata in impianti di sicurezza, dopo aver dichiarato l'impossibilità di portare a termine i lavori entro la data prefissata, ieri con un comunicato ufficiale rinnova la sua disponibilità a completare l'opera e a far disputare il derby del 4 Settembre allo stadio 'San Filippo'.

Ecco quanto dichiarato dalla Star System in risposta al comune:

''Noi di Star System abbiamo a cuore lo sport. Per questo, se l’Acr Messina e la Città di Messina chiamano, noi rispondiamo e siamo pronti, offrendo solo il meglio della tecnologia, per far sì che la Messina sportiva possa ritornare nel proprio stadio per affrontare il campionato che sta riportando la città su palcoscenici nazionali”.

Il comune, dal canto suo, replica che non ci sono i presupposti per mettere in sicurezza lo stadio entro il 4 Settembre.

Come andrà a finire?


-MERCATO. Nel frattempo altri due innesti d'esperienza si uniscono alla corte di Sullo, si tratta di Mikulic e Celic, due centrali di difesa molto fisici provenienti dalla seconda serie Croata, nell'attesa di poter ufficializzare il grande ritorno di Milinkovic, si lavora anche su un attaccante, il nome è quello di Simone Ganz attualmente all'Ascoli, che però ha rifiutato le prime offerte giallorosse.



Piero Inferrera

Foto: Telespazio


Comments


bottom of page