"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

L'Inter vola con Lukaku, Milan e Juve pareggiano e perdono terreno


Emozioni che non sono mancate nel Sabato pasquale di serie A, gol e capovolgimenti di fronte hanno caratterizzato la giornata 29 del campionato corrente.

L'Inter di Antonio Conte è sempre più capolista, i nerazzurri sbancano il dall'Ara battendo 1 a 0 il Bologna, e volano a più otto dalla seconda, partita complicata quella andata in scena ieri sera, risolta dal solito Romelu Lukaku, che sale a quota 20 gol in campionato.

Il belga è diventato il settimo giocatore nella storia della serie A a segnare almeno 20 gol in due stagioni consecutive con la maglia dell'Inter.

Conte nel post-partita intervistato ai microfoni di Sky non si è sbilanciato sulla vittoria dello scudetto, ma è chiaro che i nerazzurri siano proiettati con testa e cuore su questo traguardo che manca da fin troppi anni, iconico l'abbraccio a fine partita tra Conte e il team manager Lele Oriali, abbraccio che fa trasparire che qualcosa di grande è vicina al compimento.

Perde terreno il Milan che non va oltre il risultato di 1 a 1 contro la Sampdoria, la rete spettacolare di Quagliarella viene pareggiata da un gol altrettanto bello di Hauge sul finale , rossoneri anche sfortunati, infatti negli ultimi secondi di gara colpiscono la traversa con Frank Kessiè.

E' evidente che i rossoneri stiano patendo qualcosa dal punto di vista atletico, la squadra infatti è meno reattiva rispetto al girone d'andata, la chimera scudetto è sempre più lontana, ma ciò non cancella la grande annata dei ragazzi di Pioli fino a questo momento, che hanno ancora l'obiettivo qualificazione in Champions League ampiamente alla portata.

Stagione un pò al di sotto delle aspettative per la Juve di Andrea Pirlo, la squadra è reduce da un periodo in cui risultati stentano ad arrivare, dopo la sconfitta di due settimane fa contro il Benevento, arriva un pareggio sofferto contro il Torino, nel derby della Mole è Cristiano Ronaldo ad agguantare sul finale il pareggio, con la partita che termina sul parziale di 2 a 2.

L'ambiente in casa Juve non è dei più tranquilli considerando anche l'esclusione dai convocati di Dybala, Arthur e McKennie per aver organizzato una festa privata non rispettando le normative anti-covid, la grande e storica impresa di vincere il decimo scudetto di fila sembra ormai chinarsi al cospetto della forza e costanza dell'Inter.

Rush finale di serie A che si preannuncia emozionante, se l'Inter è in fuga sicuramente Milan, Juve, Napoli e Atalanta non staranno a guardare, e allo stesso tempo cercheranno di consolidare il piazzamento Champions per la prossima stagione, che oltre al prestigio sportivo vale molto anche in termini economici.



Piero Inferrera