top of page

Lega Pro, il Messina mette nel mirino il Catanzaro



Il Messina è al lavoro in vista del prossimo turno di campionato, nel quale affronterà il Catanzaro in trasferta in una partita che si preannuncia già molto difficile.

I calabresi infatti sono una delle migliori compagini del girone C, attualmente occupano il terzo posto in classifica ma sono reduci da due sconfitte consecutive: prima in casa contro il Monopoli e poi a Bari, entrambe le volte con il risultato finale di 2-1.

L'umore quindi non è tra i migliori in casa Catanzaro, ma il valore della rosa è assolutamente di livello alto.

Al contrario, l'umore in casa Messina è in netto rialzo rispetto agli ultimi tempi,inutile ribadire la solita frase: vincere aiuta a vincere. E non solo.

Vincere ti permette di preparare al meglio l'impegno successivo, con più serenità e tranquillità.

L'obiettivo dei giallorossi è intanto quello di ripetere le buone prestazioni avute in trasferta da quando sulla panchina siede Eziolino Capuano, come quelle di Castellammare di Stabia e Potenza.

Partitella in famiglia ieri al Celeste per gli uomini di Capuano, che dovrebbe aver aiutato il tecnico a sciogliere gli ultimi dubbi di formazione.

Molti giocatori dell'undici titolare della scorsa di campionato contro il Campobasso saranno riconfermati: tra i pali Lewandowski; difesa a tre con Celic, Carillo e Fazzi; centrocampo a cinque con esterni Morelli e Tiago Goncalves ( Sarzi Puttini è squalificato), in mezzo Damian affiancato da Fofana e Simonetti; attacco composto dalla certezza Andrea Adorante, con lui si giocano la maglia in tre (visti gli acciacchi fisici di Vukusic e Balde): Catania, Busatto e Russo.

Il primo è quello leggermente favorito, una seconda punta vera che darebbe un apporto sia in termini tecnici che fisici.

Busatto verrebbe scelto per formare un attacco a due puro formato da due punte, Russo per una soluzione più "difensiva" ma che garantirebbe velocità in potenziali contropiedi.

Come anticipato il Catanzaro è reduce da due sconfitte in campionato, ma è appena approdato ai quarti di finale di Coppa Italia di Lega Pro battendo mercoledì scorso il Palermo per 1-0.

Il tecnico Calabro ha commentato così dopo il match: "Queste sono partite che ti danno modo di fare delle riflessioni, servono per farsi trovare pronti quando serve. L’allenamento può servire, ma questo ancora di più.

Abbiamo speso tanto ma abbiamo speso meglio riuscendo così a fare bene.

Sono contento riguardo la prestazione ma ora pensiamo al Messina".

Testa subito al campionato ed al Messina quindi per il Catanzaro di Calabro, che non avrà a disposizione l'esterno Rolando, ex Reggina e uno dei migliori della categoria.



Damiano La Fauci

Foto: Francesco Saya

bottom of page