"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

Lunedì 21 si terrà la 27° edizione della Festa Europea della Musica - tanti i concerti


MESSINA- E' stata presentata ieri a Palazzo Zanca la 27ª edizione della Festa Europea della Musica, ispirata alla “Carta dei Principi di Budapest” firmata nel 1997, con un ricco programma coordinato dall’Assessorato alla Cultura a cui hanno aderito il Conservatorio Corelli, il Teatro Vittorio Emanuele, le Associazioni Musicali Bellini, Accademia Filarmonica e Filarmonica Laudamo, la Basilica S. Antonio, l’INPS, Orchestra da Camera di Messina, Progetto Suono, la Parrocchia di Porto Salvo, Prima e Nobile Arciconfraternita degli Azzurri e la Brigata Aosta. Di seguito il programma con gli orari e i luoghi dove si terranno i concerti nella giornata di lunedì 21. Tutti i concerti sono gratuiti e aperti al pubblico su prenotazione presso i singoli organizzatori fino al numero massimo dei posti consentiti obbligatoriamente con l’uso della mascherina. Programma: A cura della Consulta degli Studenti del Conservatorio Statale di Musica “A. Corelli” Chiesa dell’Arcivescovato: ore 19 • Giusy Costa, Angela Pistone, Giovanni Lombardo Basilica Santuario Sant’Antonio: ore 19 • Quintetto ottoni: Loris Nastasi, Tommaso Stuppia, Sebastiano Saglimbeni, Alberto • Guerrera, Walter Arcodia • Coro diretto dal M° Amoroso Lido Horcynus Orca: ore 21 • dipartimento pop-rock & jazz. Santa Maria Alemanna – A cura di Progetto Suono: ore 18 Accademia Musicale S. Cecilia – Villafranca T.na (ME) • Golden Reed Sextet: Manuele Amante (sax alto), Matteo Giacobbe (sax alto), Martina Magrelli (sax alto – docente), Desirée D’Agostino (clar. soprano), Davide D’Amico (clar. soprano), Agata Feudale Foti (clar. basso – docente). Liceo Musicale Emilio Ainis – Messina • Emanuela Gioveni (Pianoforte) – Santina Nibali (Violino) • Alessandro Broccini (Pianoforte) – Barbara Ceccio (Soprano) • Giorgio Midiri (Pianoforte) – Samuele Rasconà (Tenore) Centro Sperimentale di Didattica e Divulgazione Musicale “PROGETTO SUONO– Messina • Classe di Canto – M° Tiziana Filiti Elena Rizzo, Paola Fazio, Marianna Freni, Elena Mamazza, LetiziaTrifirò Scuola Media Evemero da Messina • Classe di Clarinetto (Docente M° Cosimo Bertino) Accompagnamento al Pianoforte M° Mariangela Alessi Aurora Maugeri, Claudia Cacciola, Simone Arena, Giuseppe Scimone, Trio di Clarinetti (C. Cacciola – G. Scimone – A. Simone) Centro Sperimentale di Didattica e Divulgazione Musicale “PROGETTO SUONO” – Messina • Classe di Sassofono (Docente M° Orazio Maugeri) Michele Doria, Giulio Mazziotti • Classe di Canto (Docente Cecilia Foti) – Fisarmonica Annalisa Pennisi (Conservatorio A. Corelli) Elena Parisi Conservatorio “A. Corelli” • Quartetto sax: Adriana Silluzio, Sara Denaro, Giuseppe Gibilisco, Stefano Perez: • Quartetto fisarmoniche: Annalisa Pennisi, Vincenzo Pinzone, Carmelo Sinagra, Pasquale De Grazia • Fisarmonica e voce: Annalisa Pennisi e Elena Parisi • Paolo Corda (fisarmonica) • Quartetto flauti: Cristina Oliveri, Marta Gentile, Francesco Sgrò, Maddalena Cefalì A cura del Teatro di Messina in collaborazione con La “Filarmonica Laudamo” (turno I) Teatro “Vittorio Emanuele”- Sala grande: ore 17.30/18.30 • Concerto Antonino Cicero (fagotto) – Luciano Troja (pianoforte) Musiche originali ed elaborazioni del repertorio classico e jazz A cura del Teatro di Messina in collaborazione con il Conservatorio “Corelli” Atrio Teatro “Vittorio Emanuele”: ore 18.30/19 ENSEMBLE DI ARPE CONSERVATORIO “CORELLI” – CLASSE DELLA PROF.SSA LUCIA CLEMENTI Nadia Ajmj, Lucia Bonsignore, Andrea Cambria, Laura Licitri, Chiara Raffaele, Simona Raffaele Sala Grande: ore 19/21 (turno II) • DUO: Salvatore Oriti (fagotto), Coralie Camuti (pianoforte) • Luca Monachino (pianoforte) • QUARTETTO: Edoardo Zappalà, Gioele Gandolfo (I e II violino), Alberto Spaziano (violoncello), Elia Pirronello (trombone) • Vincenzo Gambuzza (pianoforte) • TRIO: Agata Feudale Foti (clarinetto) Alberto Spaziano (violoncello), Simona Damiano (pianoforte) • Mario Cuva (pianoforte) • DUO: Edoardo Zappalà (violino), Coralie Camuti (pianoforte) • Alessandro Schiaccianoce (chitarra) Piazza antistante il Teatro: ore 21/21.30 • Esibizione della Banda della BRIGATA MECCANIZZATA “AOSTA” Fedele De Caro, direttore Sala Grande: ore 21.30/23 (turno III) • DUO: Mario Cuva (pianoforte), Abigail Correnti (clarinetto) • Giorgio Midiri (pianoforte) • DUO: Pasquale De Grazia (fisarmonica), Lucia Bonsignore (arpa) • Katia Mirabile (chitarra) • DUO: Francesco Licata (tromba), Carmelo Mazzeo (pianoforte) • Elena Vicinanza (pianoforte) • QUARTETTO: Agata Feudale Foti (clarinetto), Ivan Crisafulli (violino), Katia Mirabile (chitarra) Alessandro Scaccianoce (chitarra) A cura dell’Accademia Filarmonica e della Consulta degli Studenti del Conservatorio Statale di Musica “A. Corelli” Terrazza INPS: ore 21 • Coro Giovanile “NOTE COLORATE” Giovanni MUNDO direttore, Francesco ALLEGRA pianoforte • Mesica Saxophone Quartett: Claudio Raneri (Sax Soprano); Simone Impellizzeri (Sax contralto), Giulia De Domenico (Sax Tenore), Alessandro Vancheri (Sax Baritono) • Chiara Bonarrigo (flauto), Daniele Ruta (chitarra) A cura dell’Associazione Orchestra da Camera di Messina Chiesa S. Maria di Porto Salvo: ore 19 • Concerto del Duo Joseph Arena (violino) e Maria Assunta Munafó (pianoforte) direzione artistica Mario Sarica A cura dell’Associazione Musicale Vincenzo Bellini Auditorium Palacultura Antonello: ore 20.30 • Concerto del Duo Vincenzo Miracula (vibrafono e percussioni) e Daniele Notaro (Pianoforte) A cura del Comune di Messina e del Conservatorio di Musica “A. Corelli” Monte di Pietà: ore 21 Concerto del Corelli Brass Ensemble • Evento registrato e trasmesso in streaming, per motivi di sicurezza, sulla pagina Fb “Kulturavirus” e sul canale youtube del Comune. Alla conferenza di presentazione stamani erano presenti il Vicesindaco Carlotta Previti, l’Assessore con delega alla Cultura Enzo Caruso, il Presidente dell’Ente Teatro di Messina Orazio Miloro e il Direttore del Conservatorio Corelli Antonino Averna. “Un evento importante e simbolico – ha evidenziato il Vicesindaco Previti – dopo questo periodo terribile di emergenza socio-sanitaria. La musica è un elemento fondamentale che unisce tanti linguaggi ma soprattutto unisce i popoli. La Festa della Musica, che si celebra il 21 giugno, in coincidenza con l’inizio dell’estate, assume per questa edizione un significato importante rispetto agli anni precedenti, in quanto è la stagione simbolo del risveglio; questa volta quindi ha un valore maggiore, un segno più tangibile di rinascita e di riapertura, soprattutto per i nostri giovani i quali hanno un legame particolare con la musica e che per lungo tempo hanno dovuto rinunciare alla loro vita normale. La manifestazione si terrà nella particolare e suggestiva location del Monte di Pietà. Sarà un piacevolissimo evento con protagonisti gli allievi del Conservatorio in ‘Corelli Brass Ensemble’ e che sarà trasmesso anche in streaming. A nome dell’Amministrazione Comunale rivolgo inoltre un ringraziamento ai vertici della Prima e Nobile Arciconfraternita degli Azzurri per avere condiviso l’iniziativa, il governatore Sergio Galletti ed il vicegovernatore Attilio De Gregorio”. La Festa della Musica, nata in Francia nel 1982, ha visto i suoi primi sviluppi in Europa nel 1985 in occasione dell’anno europeo della Musica. E a partire dal 1995 che consociati organismi pubblici e privati riunitisi a Budapest, dando conferimento segretariato permanente all’A.D.C.E.P., diventarono coorganizzatori della Festa europea della Musica, che celebrata ogni 21 giugno, il giorno del solstizio d’estate, avrebbe testimoniato, attraverso un avvenimento comune, la volontà di favorire una migliore conoscenza delle realtà artistiche musicali attuali dei propri paesi, contribuendone gli scambi, tra i paesi dell’Unione europea e favorendone gli incontri multilaterali tra i musicisti europei e, con l’appoggio degli associati, contribuire così allo sviluppo di una Cultura Europea. Una celebrazione della musica dal vivo destinata a valorizzare la molteplicità e la diversità delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica. Un appello alla partecipazione spontanea e all’espressione gratuita di tutti i musicisti, professionisti e amatori, solisti e di gruppo, e di tutte le istituzioni musicali, inconcerti gratuiti per il pubblico senza fini, né spirito di lucro. La Festa europea della Musica è soprattutto una manifestazione all’aperto, che si svolge nelle strade, nelle piazze, nei giardini pubblici e nei cortili. Alcuni luoghi al chiuso possono essere ugualmente impiegati ma solamente se praticano la regola dell’accesso gratuito al pubblico. La Festa europea della Musica è in anche l’occasione per utilizzare o aprire eccezionalmente al pubblico alcuni luoghi che non sono, tradizionalmente, dei luoghi di concerti: musei, ospedali, edifici pubblici, ecc…