top of page

Messina, ARB sposta l’attenzione dalla guerra alla musica



Nel cartellone estivo “È l’ora del vero sentire”, ieri sera, l’Associazione culturale ARB di Davide Liotta, accompagnata dall’esperienza del maestro Giovanni Renzo ha fatto seguito all’evento conclusivo del ciclo estivo 2022 continuando a dare un contributo culturale rilevante alla città di Messina.


Un appuntamento che ha spostato l’attenzione dalla guerra alla musica, dal titolo “Conversazione sulla musica”  e che ha approfondito la simbiosi tra la musica, la  storia e le immagini dando un contributo alla comprensione particolare e sensibile cui, una semplice “conversazione con la musica” può dare.


Un legame profondo che, non si è ricondotto ad un concerto ma ad un flusso ed una visione il cui argomento è stato la musica, con obiettivo far conoscere ciò  ai nuovi musicisti, oltre che, ha espletato il maestro Renzo, di far avvicinare, chi non è tecnico all’essenza della musica, cenacolo dove si interviene crescendo insieme.


Spartiti, film, canzoni, musiche e riferimenti alla Storia della musica americana, hanno come dire reso armoniosa “la conversazione” arricchita della personale sensibilità del maestro Renzo che ha raccontato un excursus storico che ha visto e vissuto la musica Jazz tra gli anni 70 e 80, genere protagonista a Messina, con l’avvento di grandi musicisti, del calibro di Chick Corea, Max Roach, Anthony Braxton, all’associazione messinese musica jazz Brass Group di Mimì Sidoti.


L’appuntamento culturale ad ingresso gratuito con raccolta fondi Ong Emergency, ha esposto una mostra fotografica dal titolo “Guerra in Afghanistan” e si è svolto nella suggestiva Villa Cianciafara di Contrada Regia Corte di Zafferia, un complesso di interesse storico, artistico e architettonico quale patrimonio monumentale nazionale.

Comments


bottom of page