top of page

Messina dice no alla guerra in Ucraina



Anche Messina dice no alla guerra in Ucraina con bandiere slogan e cartelli. Stamani, si sono radunate a piazza Municipio circa trecento le persone di origine ucraina e non che, hanno espresso il proprio pensiero contro la guerra. Tra i presenti la Cgil, l’Udu, associazioni pacifiste e padre Giovanni Amante parroco della comunità ortodossa di Messina che ha comunicato di aver ricevuto la disponibilità ad ospitare dei profughi.

La solidarietà in città è partita già ieri sera illuminando palazzo Zanca con i colori dell’Ucraina per volontà dalla struttura commissariale del Comune di Messina, il Commissario Straordinario Leonardo Santoro e i due vice Commissari Mirella Vinci e Francesco Milio. Meritevole parte pensiero dell’Unione Associazioni Universitarie che sono il cuore pulsante della cultura secondo cui in sintesi sarebbe giusto protendere ad un’Europa dei popoli e della Pace perché la guerra viene considerata la follia che danneggerà soprattutto le popolazioni civili, e il tutto per colpa dei giochi di potere, dei nazionalismi e degli interessi di pochi che si impongono sugli innocenti.

bottom of page