top of page

Messina, Eleonora Urzì Mondo querela l'ex sindaco Cateno De Luca


Ieri sera in una diretta Facebook Eleonora Urzì Mondo ha annunciato di aver presentato alla Procura di Messina una querela nei confronti dell'ex sindaco Cateno De Luca.

Giornalista, titolare di un'agenzia di comunicazione e marketing e attualmente candidata al Consiglio comunale nella lista Ora Sicilia a sostegno del candidato sindaco di centrodestra Maurizio Croce, Mondo ha reagito a quanto ha detto nei suoi confronti De Luca nel corso delle sue abituali dirette mattutine su Facebook.

L'esposto, in particolare, ha denunciato le dichiarazioni di De Luca nell'ambito delle sue supposizione circa il concorso all'Ospedale Papardo, nel quale, tra coloro che hanno superato la prima prova scritta, risulterebbero nomi di persone in passato impegnate in politica o familiari di amministratori.

In particolare, De Luca ha fatto rilevare in questo elenco il nome dell'ex presidente del Consiglio Comunale Emilia Barrile e suoi parenti. Nei successivi giorni ha rivelato che Eleonora Urzì Mondo lo avrebbe chiamato per informarlo che nella lista delle selezione c'era pure una nipote di Barrile.

E proprio su questa telefonata di cui De Luca ha informato i suoi followers il 13 e 14 maggio, si è concentra a querela di Urzì Mondo.

L'esperta di comunicazione, infatti, ha sostenuto che non ha effettuato alcuna telefonata a De Luca, allegando alla denuncia anche i tabulati telefonici della sua utenza.

Inoltre, Urzì Mondo, nel video sul social network, ha sottolineato come l'ex sindaco ha pure riferito che in quella presunta telefonata, avrebbe detto “vedi che c'è qualche altra cosa, ma io non te lo posso dire perché non sono autorizzata”.

Per la giornalista e attivista, si è trattato di un altro elemento rilevante perché, secondo De Luca sarebbe stata a conoscenza di circostanze compromettenti. “Questo fatto è gravissimo – ha commentato Urzì Mondo – anche perché non veritiero. E se io mai dovessi essere a conoscenza o supponessi un illecito, sicuramente non andrei a raccontarlo a lui, né quantomeno fare un post su Facebook: andrei a riferirlo alle autorità competenti”.

Stamani ci si sarebbe aspettata una replica di De Luca nella sua quotidiana diretta, ma dell'episodio non è ha fatto alcuna menzione.

Comments


bottom of page