top of page

Messina, Palazzo dei Leoni: approvato il rendiconto consuntivo 2021 della Città Metropolitana



Nel corso di una riunione, oggi a Palazzo dei Leoni  è stato esaminato il rendiconto consuntivo 2021 dell’Ente oltre l’emendamento “Elenco analitico delle risorse accantonate nel risultato di amministrazione 2021”, finalizzato all’iscrizione dell’importo di 162.746,28 (Fondo di Garanzia Debiti Commerciali).


Presenti a Palazzo dei Leoni, il Sindaco Metropolitano, dott. Federico Basile, la Vice Segretaria Generale avv. Annamaria Tripodo, la Dirigente ad interim della II Direzione "Affari Finanziari e Tributari", dott.ssa Maria Grazia Nulli, il Presidente dei Revisori dei Conti, dott. Giuseppe Galati, la Conferenza Metropolitana della Città Metropolitana di Messina e complessivamente 62 Sindaci su 108, in presenza e in collegamento video raggiungendo il quorum ai fini della validità in seconda convocazione. 


Al termine di un dibattito che ha visto protagonisti vari Sindaci del territorio, la Conferenza ha approvato entrambi i punti in discussione con 56 voti favorevoli su 56 votanti, con una rappresentanza del 74,09 % della popolazione metropolitana, corrispondente a 447.494 abitanti.

La gestione finanziaria 2021 si è chiusa con un risultato di amministrazione pari ad euro 120.054.883,73, in incremento rispetto allo stesso dato dell’anno precedente che si era attestato sui 66.455.026 euro.

Per l’anno 2021, è stato precisato che, l'avanzo libero è pari ad euro 3.272.276,43, (una cifra superiore rispetto al 2020, che era stato di euro 2.972.800,54, e superiore rispetto al dato di disavanzo del 2018 di -15.988.454,89 euro).

Mentre nel dettaglio le entrate proprie dell’Ente sono state di euro 43.379.791,59, in ulteriore incremento rispetto ai 38.791.749,90 di euro del 2020 e che, sempre per l’anno 2021, le spese correnti attestate sono complessivamente 43.379.791,59 mentre la spesa per investimenti di 55.086.046,25 di euro, con un ulteriore incremento rispetto ai 13.776.434,52 di euro dell’anno precedente grazie alle risorse esterne, che come specificato, intercettate dall’Ente.


Viene sottolineato inoltre che, la Città Metropolitana di Messina, anche per il 2021, non ha fatto ricorso all'utilizzo dell'anticipazione di cassa presso la Tesoreria a conferma di una buona liquidità dell'Ente e di una attenta gestione dei flussi (se si considera che all’1 gennaio 2021 la disponibilità di cassa era di 91.135.652,10 di euro e al 31 dicembre 2021 è risultata di 97.929.738,49 di euro).

Alle risultanze di cassa di cui sopra vengono aggiunti 138.650.518,06 di euro relativi ai residui attivi 2021 e 103.013.343,81 di euro facenti parte dei residui passivi 2021. 

Con l'adozione del rendiconto 2021, viene sottolineato che, non soltanto si determina lo svincolo dei residui e della spesa corrente, che ne permetterà il loro utilizzo per l'incremento dei servizi e gli investimenti ma, si certifica la fuoriuscita dalla condizione di Ente strutturalmente deficitario.


E' un momento importante per la Città metropolitana – ha affermato il Sindaco Metropolitano Federico Basilee desidero esprimere un ringraziamento ai Sindaci che, con l’approvazione del rendiconto consuntivo 2021, hanno permesso il compimento di un ulteriore passo fondamentale nella gestione amministrativa di Palazzo dei Leoni; tutto ciò ci permette di mettere in atto tutte le azioni necessarie per dare un contributo decisivo allo sviluppo dell’intero territorio metropolitano”.

Comentários


bottom of page