top of page

Presentazione giorno 5 novembre a Palazzo D'Amico del libro “Il Pescatore di Rime”



"Soltanto chi ha vissuto il mare può diventare un poeta del mare" sono queste le parole del siciliano Giuseppe Maio, autore del libro "Il Pescatore di Rime" della Casa Editrice Kimerik, che nel parlare di sé ha trasmesso il senso del rispetto della natura e dei suoi segnali che, se percepiti, indicano scenari prevedibili. I ricordi di una vita dedicata alla pesca uniti al talento della rima senza fasi di studio, hanno determinato, in occasione della pandemia, la scrittura di poesie che sono state selezionate e raccolte nel libro che è arrivato alla sua presentazione che si terrà Venerdì 5 novembre, alle 19.00, nella pregiata ed antica location di Palazzo D’Amico, sul Lungomare Garibaldi di Milazzo. Non è un caso che, la prima poesia intitolata ”Ai tempi del covid” sia scritta in siciliano e sia datata “27 marzo 2020” e che, l’autore originario del piccolo borgo di Calderà di Barcellona P.G., abbia volontariamente scelto contenere nella raccolta 55 poesie che colgono gli avvenimenti del covid ma anche i ricordi trascorsi fin dalla tenera età di sei anni a stretto contatto col mare, le sue forme e suoi stati d’umore che a volte segnalano tempeste.

Comments


bottom of page