top of page

Rappresentazione a Patti questa sera: “Nullus locus sine genio”: nessun luogo è senza Genio.


Questa sera alle ore 21:00 la Piazza della cattedrale normanna di Patti, diventerà lo scenario intrigante e suggestivo per due rappresentazioni della rassegna “Nebrodes” diretta da Anna Ricciardi, instancabile ricercatrice delle bellezze del nostro territorio, con il direttore di produzione Dott. Nino Milone e il Consorzio Tindari Nebrodi.


L’archeologo Michele Fasolo introdurrà la serata con il racconto sull’origine di Tyndaris, fondata da Dionisio I di Siracusa nel 396 a.C., proseguirà con l’età augustea fino ad arrivare alla fondazione normanna di Patti e della famiglia Altavilla, di cui un discendente, il gran conte Ruggero fondava a Patti nel 1094 il monastero del SS. Salvatore.


Elio Crifo’, attore, ci trascinerà nei culti dionisiaci e alle origini delle civiltà nebroidee.

Nullus locus sine genio” ovvero “nessun luogo è senza Genio”, lo scriveva nel suo commento all’Eneide, Servio, relatore latino vissuto tra il IV e il V sec. d.C., che sta a significare che i luoghi non sono semplicemente degli spazi, ma, nell’idea classica, si riconosceva loro una sacralità, dovevano quindi essere rispettati, amati e valorizzati. Per i latini, il “genio” si trovava nell’animo di ogni persona e in ogni luogo.


E Patti, che ebbe un ruolo importantissimo nella storia e nella cultura dell’isola, merita di essere riportata alla luce.


A conclusione della serata interverrà lo storico Nino Lo Iacono per illustrare i nuovi studi su Santa Febronia.

Comments


bottom of page