top of page

Sciopero generale: chi si ferma oggi

Dopo il taglio di Cgil e Uil la protesta è scesa da 8 a 4 ore. Il settore trasporti protesta dalle 9 alle 13. Trenitalia comunica che i treni possono subire cancellazioni o variazioni. Gli effetti sulla circolazione (cancellazioni, limitazioni e ritardi) potranno verificarsi anche prima e dopo il termine dello sciopero. Assicurati i treni garantiti.


I taxi protestano dalle 00.01 alle 24 niente corse, in tu ti o in parte. Uguale la risposta del settore autonoleggio, con conducente e senza, e dei trasporti funebri. Le navi e i traghetti fanno registrare ritardi in partenza di 24 ore (ad esclusione di linee e servizi essenziali). Dalle 9 alle 13, si fermano anche gli addetti di autobus, tram e metropolitane, nel rispetto delle fasce di garanzia.


Anche le autostrade aderiscono allo sciopero, dalle 00.01 alle 24, per un’intera prestazione lavorativa o parzialmente si astengono gli addetti alla viabilità di autostrade e Anas, garantiti i servizi minimi necessari aperd assicurare la sicurezza della circolazione stradale. A braccia incrociate oggi anche gli enti locali e la sanità come i lavoratori di Poste con lo stop dei servizi postali


Per l'intera giornata di lavoro, aderisce alla mobilitazione nazionale anche la scuola di ogni ordine e grado, compresa l'università e la ricerca. I Vigili del Fuoco i Vigili del fuoco scioperano dalle 9 alle 13.


Non è coinvolto nel fermo generale il trasporto aereo. Lo sciopero per questo comparto è stato annullato ad inizio settimana.


A livello Interregionale, lo sciopero indetto da Cisl e Uil si svolgerà lunedì 20 novembre in Sicilia, venerdì 24 nelle Regioni del Nord; lunedì 27 in Sardegna e venerdì 1° dicembre delle Regioni del Sud.

Comments


bottom of page