top of page

Stretto di Messina: firmata l'ordinanza del via libera anche ai non vaccinati


«Da Ischia si può partire, da Capri e da Vulcano, da Messina NO». Sono le parole del presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana (ARS), Gianfranco Miccichè, che si è unito alla protesta pacifica del Primo cittadino di Messina, Cateno De Luca. Il sindaco di Messina è sceso in campo, avviando un braccio di ferro con il governo, per difendere la negata continuità territoriale. Per giorni il vulcanico Cateno De Luca ha dormito in tenda alla Rada San Francesco, punto da dove salpano e attraccano gli imbarcaderi. A sostenerlo l'amico e collega politico, il parlamentare regionale Danilo Lo Giudice.


Oggi, al grido dei siciliani si è aggiunto Miccichè. Assordante, ma già prevista - dedotta dai precedenti - l'assenza del presidente della Regione, Nello Musumeci, che in questi minuti ha firmato l'ordinanza che, a partire dalle ore 14, consentirà anche ai non vaccinati di attraversare lo Stretto di Messina. «Poniamo fine così - ha dichiarato il governatore - a un'assurda ingiustizia ai danni soprattutto dei passeggeri siciliani. Una norma discriminatoria del governo centrale al quale abbiamo fatto appello già da due settimane, affinchè si rimediasse. E' assurdo che nella Penisola ogni cittadino privo di vaccino mossa spostarsi da una regione all'altra, mentre per passare dalla Sicilia alla Calabria si debba esibire il certificato verde. Sanno tutti che non sono mai stato generoso con i no vax, ma qui si mette in discussione persino l'appartenenza della Sicilia al resto d'Italia. Roma deve smetterla di apparire arrogante o distratta verso i diritti dei siciliani»


Il provvedimento mira a «garantire e salvaguardare la continuità territoriale, l’accesso e l’utilizzo dei mezzi marittimi di trasporto pubblico per l’attraversamento dello Stretto di Messina nonché per i collegamenti da e per le Isole minori siciliane». Si dispone che i non vaccinati dovranno rimanere a bordo del proprio mezzo per tutto il tempo della traversata, mentre i pedoni saranno obbligati a permanere negli spazi comuni all'aperto. In ogni caso, per tutto il periodo della permanenza a bordo, i passeggeri dovranno indossare la mascherina Ffp2. La speranza è che adesso anche il presidente della Regione Calabria emetta uguale provvedimento e consenta il transito anche ai calabresi.


Comments


bottom of page