top of page

Torrente Giudeo, Biancuzzo: «Bisogna aspettare la morte di un innocente?»


Attraverso una nota a sua firma il consigliere Mario Biancuzzo, consigliere della VI Circoscrizione del Comune di Messina, avanza una specifica richiesta all'assessore alla Protezione civile, Massimo Minutoli. L'obiettivo è la realizzazione di opere di collegamento della via Giudeo con la contrada Mella in località San Saba. Tutti i motivi, e i dettagli, nel testo che segue:


"E’ iniziata la stagione delle piogge che si annunciano cospicue ed in conseguenza si ripropone drammaticamente il problema della sistemazione idrogeologica dell’attraversamento del torrente Giudeo onde assicurare il regolare deflusso delle acque meteoriche ed evitare, in tal modo, situazione pericolose (che si presentano ogni qualvolta vi è una pioggia abbondante), per persone ed abitazioni. Dal 29 giugno 1998, ho segnalato, con note regolarmente inviate e protocollate, tale questione, agli uffici preposti, richiedendo interventi risolutivi mirati alla risoluzione del problema per consentire ai cittadini di poter raggiungere le prioprie abitazioni in sicurezza.

Non ci sono strade alternative per bypassare il pericolo in caso di piogge. Si evince, quindi, che le competenze per interventi da effettuare nei torrenti sono del dipartimento difesa del suolo e che non riesco a capire qual’è il motivo che non vengono realizzati i lavori progettati dalla Protezione Civile del Comune di Messina per la realizzazione di uno scatolare in cemento armato che consenta il collegamneto con contrada Mella in sicurezza. Vedi nota del dipartimento lavori pubblici protocollo 248615 del 25 settembre 18.

Bisogna aspettare la morte di qualche innocente come è accaduto all’Annunziata quando, nel 2004, una intera famiglia è stata inghiottita dalla furia del torrente, per consentire ai cittadini, di Contrada Mella, per poter attraversare in sicurezza per raggiungere le proprie case e viceversa? Non basta una segnaletica con la dicitura fine strada comunale inizio torrente per essere in pace con la propria coscienza".


Comments


bottom of page