top of page

Tra i muri in pietra e un palmento nuova realtà bufalina a km0 in Sicilia a S.Filippo del Mela



Chi lo avrebbe mai detto che, in una regione come la Sicilia e che, non sia la Campania, si sarebbe avviata anche nella provincia di Messina un’azienda agricola con allevamento di bufale. E invece in località Corriolo, a San Filippo del Mela (Me), a pochi passi dallo svincolo autostradale di Milazzo, in un’antica struttura ristrutturata con muri in pietra e palmento, di un antico borgo le cui origini vengono datate al 1700, è stato inaugurato anche un nuovo caseificio con punto vendita e caffetteria chiamato “Tenuta Anasita”, di quella che è l’ azienda agricola zootecnica bufalina della famiglia Isgrò.

Quest’ultima ha acquistato l’area e i fabbricati realizzando un sogno diventato realtà con l’inaugurazione lo scorso 14 marzo del nuovo caseificio e della caffetteria di colazione artigianale con i prodotti a km zero dell’azienda agricola tra le eccellenze del territorio.

Una storia che parte da lontano, quella della famiglia Isgrò, che ha creduto nelle grandi potenzialità dell’allevamento della bufala mediterranea in Sicilia.

«Nel 2004 - racconta il dr. Emanuele Isgrò – spinto dalla passione per la natura e gli animali, ho iniziato ad allevare le prime bufale di razza autoctona del Mediterraneo, selezionando animali di altissima genealogia. L’obiettivo era quello di offrire una proposta di eccellenza di prodotti a base di latte e carne di bufala in Sicilia, ponendo la massima attenzione al benessere animale e operando con tecniche innovative e all’avanguardia nel rispetto del comparto bufalino. Tanta strada è stata fatta e tanta ancora ne abbiamo da fare insieme a mia moglie e ai miei figli che supportano in tutto e per tutto le mie attività. Oggi – continua Isgrò - l’allevamento conta diverse centinaia di capi in contrada Femminamorta, nel territorio di Santa Lucia del Mela, in un’area di circa 26 mila metri quadrati dove le bufale e i bufali vivono in un ambiente di nuova concezione, sano, pulito e controllato, e si alimentano con foraggi autoprodotti e cereali selezionati con cura, provenienti da aziende siciliane».

L’azienda agricola, nei 42 ettari, sparsi in tutto il comprensorio del Mela, produce anche agrumi, olio extravergine di oliva, miele ed ortaggi ma il core business è rappresentato dai prodotti artigianali derivati dalle bufale, a cominciare dal latte prodotto in azienda che viene sapientemente utilizzato per la produzione di eccellenti mozzarelle di latte 100% di bufala dal sapore inconfondibile, mozzate esclusivamente a mano, come tradizione vuole, dal pluripremiato casaro Rosario D’Alessandro che, con orgoglio, ha commentato: «Da 36 anni faccio questo lavoro che continua ad appassionarmi molto. Sono convinto che riusciremo a portare questa azienda ad alti livelli».

Oltre ai formaggi, molto richiesta è la carne dei bufali che presenta ottime caratteristiche nutrizionali. Recenti studi dimostrano che queste carni rosse, molto succose e digeribili, hanno meno grassi e meno calorie rispetto alla carne bovina, apportano una maggiore quantità di ferro e riducono il tasso di colesterolo. Per tutte queste caratteristiche, il consumo di carne di bufalo è particolarmente indicata per una sana alimentazione, in particolare per bambini, sportivi e anziani.

Oggi, il valore aggiunto dell’azienda, che chiude tutta la filiera grazie al lavoro del caseificio, è lo sguardo al futuro, con importanti investimenti e un progetto in espansione che prende il via dall’antico borgo restaurato. Il progetto si avvale della consulenza dello chef milazzese Dario Pandolfo che ha seguito la famiglia Isgrò nella pianificazione dell’idea e nella progettazione della struttura e si è occupato del reclutamento e della formazione del personale.

Responsabile della caffetteria della nuova Tenuta Anasita è il pastry chef Mario Cortese che, conclusa la bellissima esperienza come pasticcere del ristorante Zash, 1 stella Michelin a Riposto, in provincia di Giarre, ha accolto con entusiasmo il progetto della famiglia. «Lavorare con una materia prima di questo livello, con il latte appena munto, con il burro a km zero, con la ricotta fresca, con le uova di giornata, è il sogno di ogni pasticcere che lavora mettendo la qualità al primo posto» -ha affermato Mario Cortese.

Il caseificio con caffetteria è solo il primo passo. «Per il prossimo futuro - aggiunge Isgrò – non mancheranno importanti novità. Innanzitutto, stiamo lavorando all’apertura di una boutique di carni, preparati di bufala e salumi di eccellenza. In seguito realizzeremo il ristorante, l’enoteca e delle suites in cui ospitare turisti e viaggiatori che abbiano voglia di vivere un’esperienza a contatto con la natura. Abbiamo in progetto anche un programma articolato di sviluppo aziendale per espandere il nostro marchio al di fuori della Sicilia» - ha concluso l’imprenditore.

Comments


bottom of page