top of page

Vigilia di Messina-Fidelis Andria, Capuano: ''chi si cela dietro gli infortuni è un mediocre''


Vigilia di Messina-Fidelis Andria, una partita importante ma non decisiva in chiave salvezza per entrambe le squadre che domani alle 14:30 si affronteranno allo stadio ''Franco Scoglio''. Gli allenatori delle rispettive formazioni si avvicinano in modo totalmente opposto al match, se per Ginestra sarà: ''la partita della vita'', per il tecnico giallorosso Ezio Capuano la sfida di domani sarà: ''una partita come altre, il campionato è ancora lunghissimo e una vittoria non garantirà la salvezza, ne tantomeno una sconfitta sarebbe sinonimo di retrocessione''.


Abbassa i toni dunque l'allenatore dei biancoscudati per non gettare ulteriore pressione su un gruppo che non vince da quasi un mese, e che non va in gol da altrettanto tempo, i giallorossi infatti l'ultima volta che hanno perforato la difesa avversaria è stata il 31 Ottobre in occasione della convincente vittoria contro il Campobasso, ricordi che sembrano lontani anni luce dall'attuale momento che stanno vivendo in i peloritani, una vittoria sarebbe dunque una salutare boccata d'ossigeno visto il terzultimo posto a pari punti proprio con la Fidelis Andria.


Come se non bastasse continuano ad arrivare notizie poco confortanti dall'infermeria, infatti oltre a Gonçalves e Morelli, anche Sarzi Puttini si è dovuto fermare ai box, Carillo e Fofana invece non saranno della partita causa squalifica, Capuano non ne fa un dramma: ''Le assenze fanno parte di questo mestiere, se pensiamo agli infortuni ci auto-convinciamo che abbiamo dei problemi, chi giocherà domani sono convinto che darà tutto, oltretutto ho la fortuna di allenare un gruppo che mostra grande abnegazione. L'allenatore è come un bravo chef e deve mettere a tavola un pasto sulla base degli ingredienti che si ritrova, se volessi fare una lasagna possedendo gli ingredienti di pasta e fagioli non sarei un bravo chef, io devo fare in modo di disporre in campo una squadra che abbia un equilibrio tattico''.


Tra i recuperati sembra tornare Balde, un giocatore fondamentale per questa squadra grazie ai suoi strappi e alle sue accelerazioni, domani dovrebbe partire titolare in coppia con uno tra Adorante e Vukusic.


Nonostante tutte le defezioni del caso Capuano ci tiene a sottolineare che: ''con Avellino e Catanzaro abbiamo creato poco, però le uniche giocate di movimento nel corso della partita la ha fatte il Messina, a Latina abbiamo avuto cinque importanti palle gol senza contare la traversa fortuita del primo tempo, medesimo evento fortuito in occasione della partita di Avellino quado la palla sbatte in faccia a Carillo e va dentro la nostra porta''.

Non solo infortuni, ma anche episodi sfortunati per il Messina che insieme a qualche decisione arbitrale discutibile cambiano il peso specifico dei punti ottenuti in classifica fin ora, ciò però non toglie che i giallorossi devono ritrovare al più presto la quadra della situazione perchè come dice lo stesso Capuano: ''i numeri sono inconfutabili'', e dopo le ultime prestazioni insufficienti sul piano del gioco, e la difficoltà evidente di penetrare la difesa avversaria, inizia a gettarsi qualche ombra di troppo sull'operato del tecnico giallorosso, una sconfitta domani anche se il campionato è ancora lungo, metterebbe a rischio la fiducia della società nei confronti dell'allenatore salernitano.





Comments


bottom of page