top of page

Zero Waste Sicilia circolo Aimèe Carmoz su AIA RAM



A parlare sulla questione AIA Ram anche Egidio Maio dello Zero Waste Sicilia circolo Aimèe Carmoz, il quale pur condividendo le varie osservazioni e in generale il tema sui limiti imposti su alcune sostanze inquinanti, in quanto trattasi di aumentare la tutela della salute dei Cittadini e degli stessi Lavoratori della RAM, ancora una volta, si sente in dovere di ribadire ed evidenziare che, la materia (così come giustamente viene rilevata dalle Associazioni ambientaliste della Valle del Mela), fino ad oggi è di sola ed esclusiva prerogativa dei sindaci di San Filippo del Mela e Milazzo.

“ A tal proposito,- afferma Maio -esprimo vivace sdegno perché è una aberrante scorrettezza nei confronti dei cittadini di tutto il Comprensorio tirrenico in quanto tale situazione non ha tutela e rappresentanza. Le sostanze inquinanti - continua- non hanno confini, non hanno limiti territoriali, non hanno steccati comunali!!! Pertanto riconfermo ulteriormente che, tali tematiche, devono essere affrontate discusse e decise da tutti i Sindaci della Valle del Mela e/o, cmq dai sindaci dell'area SIN (Sito di Interesse Nazionale).

Affinché le proteste senza proposte non siano fini a se stessi, rivolgendosi alla Deputazione regionale e nazionale, al Governatore della Sicilia, ai Sindaci interessati e appellandosi anche alle OO. SS. di categoria e confederali e alle Associazioni ambientaliste della Valle del Mela, auspica la creazione o istituzione di un Organismo istituzionale paritetico e paritario, coinvolgendo le parti sociali interessate, chiamato e demandato a esaminare e decidere ogni aspetto legato agli sviluppi della gestione dei siti industriali nonché alla salvaguardia della salute e dell'ambiente.

Commenti


bottom of page