top of page

A20, Barresi: danni enormi non soltanto in termini di disagio ma in termini di sicurezza



MESSINA - Da Gennaio a Giugno si viaggerà a doppio senso di marcia e per dieci km da Tarantonio sino al Boccetta. È questo, quanto è emerso ieri, durante la prima commissione consiliare del Comune di Messina, dal cronoprogramma presentato dal direttore ai lavori Pietro Certo, dal rup Anna Sidoti e dal direttore tecnico della Totò Dan Alpert. Repentina la reazione del sindacato Uiltraporti che commenta questi ulteriori cambiamenti in termini di disagi e sicurezza per gli utenti. “Bisognerebbe prendere atto che, chi ha seguito la fase progettuale di questo progetto, del viadotto Ritiro e degli svincoli, - afferma Michele Barresi, segretario Uiltrasporti Messina - ha fallito e causato gravi danni enormi non soltanto in termini di disagio ma in termini di sicurezza agli utenti, come tutte quelle attività commerciali che si muovono ed operano usando l’autostrada dalla provincia tirrenica a Messina. Pertanto - continua Barresi - bisogna assolutamente trovare soluzioni alternative alla beffa di tanti anni e trovare soluzioni diverse a quelle della corsia unica per sei mesi”. Durante la commissione, essendo stati annunciati inoltre sei mesi di ritardo all’apertura della prima, delle due corsie, non venendo questa aperta a giugno ma a dicembre, si porterebbe la provincia tirrenica ad avere un’estate di ulteriori disagi. Barresi fa riferimento inoltre, al paradossale silenzio comunale calato sulla bretella Giostra- Annunziata di uscita di svincolo di Giostra. La motivazione dipende dal fatto che, nel trascorso di un anno, non è stato fatto nessun lavoro utile a decongestionare il traffico che di genera negli orari di punta.

Comments


bottom of page