top of page

Applausi e grande cordoglio all’uscita del Duomo per Viviana e Gioele


Un' intensa manifestazione di applausi ha salutato la bara bianca di Gioele e quella color legno di Viviana, quando all'uscita del Duomo di Messina, oggi al termine dei funerali, i corpi della mamma e del suo figlioletto, dopo lunghi 14 mesi, sono stati, come dire accompagnati da amici e parenti ad avere una degna sepoltura. Ma questa storia per Daniele Mondello, non avrà mai fine senza la verità. " Io non mi stancherò mai di cercare la verità. Ci sono stati tantissimi errori dall'inizio alla fine come la scoperta del corpo di Viviana in ritardo da parte di vigili del fuoco e il fatto che all'inizio mi hanno tenuto rinchiuso in caserma per 12 ore, togliendomi del tempo che avrei potuto dedicare a cercare i miei cari. Proprio davanti alle bare, accasciato e stretto ai due Feretri, Daniele e scoppiato in lacrime sibillando parole d' amore verso il bambino e la moglie. Nel corso dell’omelia don Clelio ha ricordato la famiglia Mondello Parisi essere una famiglia unita. Il parroco di Venetico parlando e riferendosi alle tante critiche ricevute dalla dj, ha detto :"Non è fuori di testa chi legge la bibbia, ma è fuori di testa chi genera giudizi gratuiti". Alla fine della celebrazione Mariella Mondello ha voluto ringraziare tutti, i soccorritori, i volontari, la protezione civile, rivolgendo un grazie particolare al carabinieri Di Bella, oggi presente alla cerimonia funebre, che ha trovato i resti del piccolo Gioele. Per ultimo, Denise, sorella di Viviana ha letto una lettera che concludeva così : "Viviana non ho bisogno di darti voce non devi giustificarti di nulla".




Commentaires


bottom of page