top of page

Barcellona Pozzo di Gotto: nasce l'Osservatorio antimafia

Nasce l’Osservatorio Antimafia, un centro studi sulle mafie che vedrà la collaborazione dell’Università di Messina e dell’Associazione antiracket Liberi Tutti.

La cerimonia di presentazione è avvenuta in concomitanza del 9° Anniversario della morte Maggiore La Rosa. Gli ospiti dell'evento sono stati il Sindaco Pinuccio Calabrò, del Presidente del Centro Studi sulla mafia Giovanni Moschella, la presidente dell’associazione “Liberi Tutti” Sofia Capizzi e il Rettore dell’Università di Messina Salvatore Cuzzocrea.


L’incontro è stato introdotto dall’ex sindaco Maria Teresa Collica, professoressa di Diritto Penale presso l’Università di Messina e moderato dal giornalista Nuccio Anselmo. Presenti anche il direttore del Centro Studi sulle mafie dell’Università di Messina Luigi Chiara; Suor Marilena Mercurio delle Figlie di Maria Ausiliatrice; Emanuele Crescenti, ex Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto oggi a capo della Procura di Palmi; Maurizio De Lucia, Procuratore della Repubblica di Messina.



L'intervento della prof. Maria Teresa Collica


«Agire è l’obiettivo della nascita dell’Osservatorio Antimafia. L’Osservatorio nasce per far conoscere tutte le storie di mafia, senza mutilazione, per poter entrare in sede, consultare i documenti, leggere le riviste, raccogliere le sentenze, pubblicare gli studi sul tema, promuovere iniziative ed incontri. Colmiamo una lacuna sul nostro territorio, ma dobbiamo ricordarci che l’Osservatorio è ancora un bambino che deve fare i suoi primi passi, che deve crescere e che ha bisogno di tutti, di ciascuno di noi per essere riempito di senso e consapevolezza per poter raccogliere i frutti che ci darà su questo territorio».



L'intervento di Sofia Capizzi, presidentessa dell’Associazione antiracket “Liberi Tutti”


«Non possiamo pretendere che i Magistrati facciano tutto da soli. Loro hanno bisogno di noi e noi di loro, hanno bisogno di una società civile che alzi la testa e che faccia scudo contro la mafia in tutte le sue forme. Quando è nata Liberi Tutti si è parlato di primavera di rinascita perchè nessuno pensava potesse accadere. Eppure è accaduto ed oggi è una nuova ‘primavera’ e speriamo che lo sia da parte di tutti i cittadini di questa città e non solo».

Comments


bottom of page