top of page

Calcio: la Nuova Igea Virtus a valanga sul Licata, un 4 a 0 che non ammette repliche e allungo sulla zona play out

L'Igea più bella della stagione annichilisce il Licata. I giallorossi con una prestazione strepitosa passano al D'Alcontres - Barone. La crisi è alle spalle

Quella vista ieri è di certo l'Igea più bella della stagione, ma cosa ancor più importante, la crisi è ormai alle spalle, lo certificano le 3 vittorie consecutive che hanno restituito fiducia alla squadra e a tutto l'ambiente Igeano. Ieri si è vista una squadra, agonisticamente arrabbiata e affamata che non ha mai smesso di pressare gli avversari, anche con 4 gol di vantaggio.


Mister Di Gaetano ha scacciato qualsiasi tipo di critica, dopo la partita di San Luca sembra di assistere ad una Igea 2.0, bel gioco e gol a valanga, una trasformazione totale. Tanti meriti al mister, ma anche alla società, che con un mercato oculato stanno permettendo alla squadra di riasalire la china, dei nuovi da sottolineare le prove di Ferrigno e Ordonez, due autentici pendolini, di Calafiore come regista a centrocampo e di Trombino e Di Piedi in attacco.


La partita di ieri ha certificato l'ottimo stato di forma dei giallorossi, sia sul piano tecnico sia sul lato atletico. I ragazzi di di mister Di Gaetano hanno sciolinato gran calcio e il popolo giallorosso ha ben gradito, riempiendo di applausi la prestazione. Il Licata è stato annientato.



La sintesi

Giallorossi che dopo i primi 5 minuti di studio, si gettano in avanti e al 9' minuto vanno in gol, con destro al volo di Ferrigno. Igea propositiva, il Licata in difficoltà nei primi minuti. Ferrigno sembra in stato di grazia, continua a creare pericoli dalle parti di Valenti.


Al 14 l'igea va vicina al raddoppio con la rovesciata di Di Piedi, fuori di poco. Raddoppio giallorosso arriva un minuto dopo grazie al contropiede orchestrato da Longo e chiuso dalla rete di Calafiore. Igea padrone incontrastato, il Licata sembrava ancora negli spogliatoi.


L'igea vola sulle ali dell'entusiasmo e al 20' arriva il tris con una bordata di Longo dai 25 metri che non da scampo a Valenti. Il Licata recita il ruolo di spettatore non pagante.


Al 27' sussulto del Licata che si fa pericoloso dalle parti di Staropoli, ma l'estremo difensore giallorosso si fa trovare pronto sulla conclusione di Cappello, e mette in angolo.


Alla mezz'ora ancora il Licata in avanti, la punizione di Giannone si spegne fuori alla sinistra di Staropoli che comunque sembrava essere in traiettoria, il Licata da timidi segnali di risveglio, ma i giallorossi sembrano poter amministrare il triplice vantaggio senza troppi affanni.


Igea ancora in avanti, al 33' Longo si guadagna una punizione poi trasformata da Giovanni Biondo, un'esecuzione impeccabile e l'igea si porta sul 4 a 0. Licata annientato in mezz'ora, igea super. Non accade più nulla nei seguenti minuti, giallorossi che chiudono il primo tempo sul 4 a 0.


Il Secondo tempo vede sempre l'igea padrona assoluta del campo. Il licata dal suo canto cerca di limitare i danni. La prima occasione degna di nota nella ripresa, arriva al 25' con un tiro di Longo disinnescato dall'estremo ospite Valenti. Cinque minuti dopo risponde il Licata su punizione, ma il tiro va lontanissimo dalla porta di Staropoli. Non accadrà più nulla fino al fischio finale, con l'Igea che porta a 3 lunghezze il vantaggio sulla zona play out.


Giallorossi che domenica saranno attesi dalla trasferta calabra contro il fanalino di coda Gioiese, un'occasione da sfruttare per cercare di consolidare la posizione in classifica, che si traduce nella salvezza diretta.



Il tabellino

IGEA: Staropoli; Triolo, Ferrigno, Della Guardia; Ordonez, Calafiore, Biondo, Buscetta; Trombino, Di Piedi, Longo. A disp.: Di Fina, Di Cristina, Franchina, Trovato, Nisticò. Leone, Catanzaro, Abbate, Aveni. All. Di Gaetano.


LICATA: Valenti; Calaiò, Orlando, Cappello; Garau, Giannone, Francia, Rotulo, Lanza; Saito, Haberkon. A disp.: Perkons, Pino, Giuliana, Pedalino, Di Fatta, Currò, Murgia, Scopelliti, Minacori. All. Romano.


Reti: 8' Ferrigno, 15' Calafiore, 19' Longo, 34' Biondo.


ARBITRO: Waldmann di Frosinone.

ASSISTENTI: Canale e Valenti di Palermo.



I risultati della venticinquesima giorna




La classifica




Il prossimo turno


Commentaires


bottom of page