top of page

Consorzio Intercomunale Tindari Nebrodi: presentazione rassegna culturale estate 2022.


Si è tenuta oggi, 9 luglio presso la sala conferenze del Palazzo Baratta di Patti, sede del Consorzio Intercomunale Tindari Nebrodi, la presentazione della rassegna culturale promossa dallo stesso Consorzio che avrà inizio il 16 luglio per concludersi il 10 settembre:” Nebrodes – storia e spettacolo –“.


La kermesse verrà impegnati i dieci comuni consorziati: Falcone, Gioiosa Marea, Librizzi, Mazzarrà Sant’Andrea, Montagnareale, Montalbano Elicona, Oliveri, Patti, Raccuja, San Piero Patti.


Presenti i sindaci e gli amministratori dei dieci comuni.


Ha aperto i lavori l’addetta stampa Marina Romeo, lasciando poi la parola al Presidente del Consorzio Tindari Nebrodi, Dott. Vincenzo Princiotta Cariddi, il quale ha ringraziato tutti coloro i quali hanno permesso la realizzazione dell’evento, in particolare il vescovo Monsignor Guglielmo Giombanco, i sindaci, il Direttore artistico Dott.ssa Anna Ricciardi, il direttore di produzione Dott. Nino Milone e soprattutto l’Onorevole Tommaso Calderone, Deputato Regionale il quale, attraverso un emendamento, ha fatto pervenire l’importo di circa 150.000,00 euro dalla Regione, per la concretizzazione del progetto.

L’onorevole Calderone in una battuta ha raccontato la genesi di Nebrodes.

Grazie all’intervento quasi da “stalker”, come lui stesso lo ha definito, da parte di due consiglieri del consorzio, Anna Sidoti e Filippo Tripoli, i quali gli hanno sottoposto le difficoltà nella realizzazione del progetto, ha deciso che il contributo dovesse essere assegnato alla cultura, alla valorizzazione del territorio, sottolineando che bisogna cambiare mentalità e cioè di non pensare che i siciliani siano sempre gli ultimi.


Ha preso poi la parola il presidente dell’assemblea dei sindaci, l’avv. Renato di Blasi, evidenziando che l’azione del consorzio diventa di fondamentale importanza e segna un passo importante per tutto il territorio arrivando al cuore della gente attraverso le location scelte e le performance proposte.


Il direttore artistico Anna Ricciardi ha voluto sottolineare che questa manifestazione vuole restituire la storia profonda del territorio, un viaggio nel tempo alla scoperta della storia magica che parla di eternità che ogni cittadina racchiude.


Sono anche intervenuti l’arch. Domenico Targia direttore del Parco Archeologico di Monte Jato, l’attore Elio Crifò, lo storico Nino Lo Iacono, il Presidente del coro lirico siciliano Alberto Munafò Siragusa, la pianista Gilda Buttà, l’arch. Filippo Imbesi del gruppo ricerche nel Valdemone, Don Enzo Smriglio, responsabile dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della diocesi pattese, il sacerdote don Salvatore Fragapane della Parrocchia San Michele Arcangelo di Librizzi.


Gli eventi toccheranno tutti i dieci comuni in località suggestive, dall’Argimusco di Montalbano, a Gioiosa Guardia, con concerti, cori, rappresentazioni teatrali, escursioni, visite a palazzi, chiese, quartieri, mulini, mostre, balli, cunti, incontri letterali e molto altro ancora.


Per la chiusura della conferenza è intervenuto il direttore di produzione Dott. Nino Milone, “minacciando” di voler parlare per altre due ore, ma ravvedutosi, ha ringraziato e invitato tutti a partecipare all’evento.


Comentários


bottom of page