top of page

Da ex poliziotto in prima linea sono preoccupato.Polizia di Stato sede di Milazzo spostata a San Filippo del Mela. Perchè?


L'Editoriale...

La notizia ha dell'incredibile se fosse vera.

Il Commissariato della Polizia di Stato sparirebbe da Milazzo per insediarsi presso la sede del Comune di San Filippo del Mela.

I motivi “sembrerebbero” risalire a semplici problemi di natura logistica, in poche parole la sede non risulterebbe idonea allo scopo istituzionale cui è preposta la Polizia di Stato.

Ora, a parte l'assurdità della decisione che non trova precedenti nella storia visto che ben difficilmente in Italia accade che si chiuda un presidio di sicurezza, (piuttosto se ne aprono altri), il fatto è che questo accade in Sicilia, ove è notorio che fenomeni di criminalità gravi ( omicidi), e di criminalità diffusa ( spaccio di droga- furti, rapine, scippi) sono di grande attualità (ahinoi) e forse qualcuno ha dimenticato che Milazzo è stata spesso località preferita dai latitanti più  pericolosi della mafia siciliana, da non dimenticare la cattura qualche anno fa in una villetta vicino al campo sportivo di grotta Polifemo del mafioso Barresi Filippo dove anch’io sono stato artefice dell’arresto.

La decisione, che, a quanto pare il Sindaco di Milazzo Pippo Midili ha tenuto nascosta per qualche tempo, ha davvero suscitato clamore e disappunto fra tutti i cittadini Milazzesi che in questi giorni si interrogano sul perché ciò avvenga.

Lo stesso Sindacato di Polizia, il COISP, ha nei giorni scorsi protestato fortemente, e giustamente, aggiungo io, contro tale nefasta decisione, sia nei confronti del Prefetto di Messina che del Questore, non ricevendone peraltro alcuna rassicurazione sul futuro.

Molti cominciano a credere che Milazzo stia perdendo sempre più ruoli di prestigio nell'hinterland Messinese in settori strategici nella vita sociale ed economica.

Lo testimonia il fatto che dopo aver perso la sede dell'Agenzia delle Entrate, e poi quella della Tenenza della Guardia di Finanza che è stata sostituita dalla " Compagina di Barcellona Pozzo di Gotto che avrà competenza anche su Capo d'Orlando, Patti, Sant'Agata di Militello, ha perso, di recente una serie importante di reparti presso l'Ospedale Fogliani di Milazzo.

Tutti elementi dunque che degradano il ruolo di Milazzo quale "Capitale" dell'area Tirrenica, e snodo strategico per le scelte sullo sviluppo futuro dell'area stessa.

A tal proposito occorre ricordare ai decisori di questi scellerati provvedimenti, che Milazzo oltre ad essere sede di una delle aree industriali più importanti della intera Sicilia, ha un porto marittimo e turistico, con flussi e rotte imponenti, che lo collocano anch'esso fra i più importanti della Sicilia Orientale.

Non solo Milazzo nei prossimi tre anni diventerà snodo centrale per gli arrivi delle merci e delle persone, in collegamento col porto di Messina, attesa l'imminenza della realizzazione del Ponte dello Stretto e… si sa dove arrivano le merci potrebbe arrivare di tutto, vogliamo parlare di droga? Vogliamo discutere di altro o basta l’immaginazione?

I milazzesi coscienziosi hanno capito che Milazzo diventerebbe un posto meno sicuro non avendo un presidio che invece di eliminarlo andrebbe rinforzato, il sindaco si rende conto che l’ordine e la sicurezza è un’altra cosa e che non bastano marciapiedi nuovi e giardinaggio per rendere sicuro un luogo e che solo il fatto di esserci è un deterrente per i malfattori?

I Milazzesi hanno capito che per fare le diverse pratiche: passaporti, licenze, porti d’armi e tanto altro, dovranno spostarsi e dovranno munirsi di auto anche i tanti isolani che giornalmente sbarcano a Milazzo per andare nei locali del commissariato per il disbrigo delle più svariate pratiche? .

A ciò si aggiunga che Milazzo è sede di tutti i più importanti Istituti Tecnici e Licei Superiori, con tutti gli indirizzi formativi, risultando al primo posto della Provincia di Messina nel campo dell'offerta di Istruzione e Formazione Superiore.

Pleonastico poi è sottolineare che Milazzo è l'approdo naturale per le Isole Eolie, con che conseguentemente esalta il ruolo di Milazzo quale punto di riferimento per l'Italia, sia sotto il profilo turistico che quello di natura economica, senza considerare gli aspetti di ordine pubblico, fra l'altro svolti proprio dalla Polizia di Stato quale Presidio di Frontiera.

Ove ciò non fosse sufficiente si consideri che dal 1971 ( 26.000. ab.) ad oggi, Milazzo è cresciuta di ben 12.000. abitanti ( ultimo censimento 2017 pari a 37,541) , che d'estate raggiunge picchi doppi , con presenze notevoli in Hotel, case vacanze, villaggi, B&B, che naturalmente richiedono adeguati sistemi di sicurezza con presidi costanti delle forze dell'Ordine.

Infine, io credo, che, ormai da tempo, la Polizia di Stato, viene considerata dai cittadini, un presidio di prossimità, quello verso il quale, naturalmente si rivolgono per primi, con i quali da tempo si è instaurato un reciproco rapporto di fiducia e di collaborazione nel preservare i diritti di tutti, la legalità e la sicurezza urbana.

Per questi motivi io credo sia assolutamente da scongiurare, in ogni modo, che tale decisione sia portata a compimento.

Non è solo un fatto di prestigio per la Città, che naturalmente va preservato, è soprattutto una questione di diritti dei Milazzesi a non vedersi scippato un presidio di garanzia per la vivibilità e tranquillità della Città stessa.

Il Sindaco e l'intero Consiglio Comunale rappresentino queste richieste al Ministro degli Interni Piantedosi, in collaborazione con il Governatore della Sicilia Schifani.

Ai cittadini tutti l'invito a non farsi scippare l'ennesimo presidio Istituzionale.

Franco Arcoraci

Editore Telespazio Messina

Comments


bottom of page