top of page

Da giovedì 30 Marzo il ponte sul torrente Mela verrà chiuso al transito

Questo genererà grande disagio a poche settimane dall'apertura della stagione estiva.

La notizia era nell'aria, ed oggi è arrivata l'ufficialità. È stata la III Direzione “Viabilità Metropolitana” a diffondere una breve nota con la quale si comunica che da giovedì, 30 marzo fino alla fine dei lavori, il tratto di strada provinciale dal Km. 0+550 al km. 0+650, ovvero il ponte che sovrasta il torrente "Mela", rimarrà chiuso al transito veicolare. Questo per consentire i lavori di consolidamento e ricostruzione dell’impalcato del Ponte.


L'unico percorso consigliato, si legge nella nota, la strada statale 113, in entrambe le direzioni. Questo significa che da giovedì non saranno pochi i disagi per coloro che transitano abitualmente in quel tratto di strada, punto di collegamento tra Barcellona e Milazzo.


E, visto il breve preavviso, molti saranno coloro che si troveranno di fronte il ponte chiuso. Da più parti si erano cercate soluzioni alternative, che non penalizzassero gli avventori e le attività, sopratutto turistiche, visto l’avvicinarsi della stagione balneare. La mancata creazione di una strada alternativa, parallela al ponte provocherà gravissimi disagi.


Il ponte, se tutto va bene, resterà chiuso un anno, e la durata stessa, crea ancor di più malumori, visto la lunghezza tutt'altro che eccezionale del ponte. Dal 30 dunque, a chi dovrà raggiungere Barcellona non resterà che percorrere l’autostrada oppure la nazionale, idem per chi invece dovrà raggiungere Milazzo. La cosa certa è che da giovedì in molti soffriranno tale decisione e l’interruzione del passaggio veicolare terrà banco nelle discussioni di coloro che subiranno disagi non indifferenti.


I sindaci Pinuccio Calabrò e Pippo Midili, appresa la notizia, sono già sul piede di guerra e dopo aver contestato la scelta nel corso delle riunioni tenutesi nelle scorse settimane, annunciano il ricorso al Prefetto per risolvere la questione. In serata è atteso un comunicato congiunto.

Comments


bottom of page