"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

"...E uscimmo a riveder le stelle" la stagione estiva artistica 2021 dell'Associazione Culturale ARB


“…E uscimmo a riveder le stelle la stagione estiva artistica 2021, siglata dall’Associazione Culturale ARB propone dieci appuntamenti mettendo in scena un’avventura di arte e di vita diversificata e aperta a tutti i cittadini che credono nella tradizione e nel futuro della città di Messina dando continuità al percorso avviato negli anni precedenti con la stagione “Aria Nuova in Me”.

A conferma della volontà di coinvolgere un pubblico ampio, ARB al fine di rendere l’arte fruibile a tutte le tasche propone 5 eventi gratuiti e 5 a pagamento e con la consueta attenzione a temi sociali e alla valorizzazione dei talenti locali. “Non un semplice cartellone di spettacoli – spiega il Presidente di ARB , Davide Liotta – ma una fucina di idee, un vero e proprio percorso da seguire insieme, dopo l’isolamento dovuto alla pandemia E uscimmo a riveder le stelle è un augurio che rivolgiamo a tutti noi che abbiamo attraversato un periodo buio e di solitudine”.A fare da cornice artistica al cartellone di eventi – prosegue Liotta- la splendida e suggestiva Villa Cianciafara, luogo fisico di bellezza e storia, grazie al proprietario, Ing. Prof. Mallandrino, vero e proprio mecenate, che si conferma risorsa generosa e preziosa per l’intera comunità”. Sita nel villaggio di Zafferia, è luogo in cui visse Filippo Cianciafara Tasca di Cutò, raffinato fotografo e incisore, nonno di Mallandrino e cugino di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, nella cui memoria venerdì 6 agosto alle ore 20.00 si terrà, la proiezione gratuita del grande classico di Luchino Visconti “IlGattopardo”.


La data d’inizio degli spettacoli è previsto sabato 31 luglio alle ore 20.00 con la visione del cortometraggio “Sunday” alla presenza del regista Danilo Currò, con introduzione e commento del Prof. Rosario La Fauci. Non mancherà il teatro classico con “Edipo Re” di Salvatore Guglielmino, ma anche una prima teatrale “Fotoromanza” per la regia di Antonio Previti con Gabriella e Alessandra Zecchetto. Uno Spazio è riservato alla tradizione messinese, il 15 agosto, con proiezioni di foto d’epoca, tratte dalla raccolta Mallandrino a tema “La Vara e i Giganti” con introduzione e commento del prof. Franz Riccobono.Il Tema di grande attualità, l’omofobia, sarà presentato attraverso la proiezione di un cortometraggio a cui seguirà un interessante dibattito, condotto dal giornalista Fabrizio Bertè, tra i relatori : Padre Gregorio Battaglia, Maria Catena Silvestri (psicologa), Valentina Mormino (avvocato), Rosario Duca (presidente Arcigay Messina) e AlIce Mignani Vinci (criminologa). Il tema della violenza sulle donne verrà raccontata dallo spettacolo di e con Daniela Galletta “Malo” (Cattivo) morire d’amore…” mentre il tema delle migrazioni sarà messo in scena da Agapè con il Concerto “Nel mare ci sono i coccodrilli”, storia vera tratta dall’omonimo libro di Fabio Geda. Il 29 agosto sarà la volta di “Ragazze” saggio del laboratorio teatrale con e per le ospiti della Casa Famiglia del CIRS, laboratorio curato da Antonio Previti con l’affettuosa collaborazione di Maurizio Marchetti. Primo passo del teatro sociale, all’interno di un progetto più ampio, denominato “Il palazzo delle donne”. Il 12 settembre, dulcis in fundo, musica e stelle con “Atlas Coelestis” del Maestro Compositore, Giovanni Renzo.