top of page

“Il Convivio di Eolo” ha infuocato l’offerta di A.R.I.E., i ristoratori eoliani in equilibrio e armonici come in un piatto

“Il Convivio di Eolo è il nostro primo evento e vuole diventare un appuntamento da ripetere negli anni per simboleggiare l’inaugurazione della stagione turistica e promuovere la ristorazione eoliana ed il nostro arcipelago in un percorso itinerante del gusto che cancella i confini locali e si mescola nel territorio nazionale ed internazionale.”

Con questa dichiarazione, davanti ad un pubblico numerosissimo composto da istituzioni, giornalisti, ospiti provenienti da tutte le isole Eolie, siciliani e nazionali, il presidente di A.R.I.E. Angelo Paino ha aperto domenica 7 aprile al Ristorante Filippino di Lipari “Il Convivio di Eolo”, il pranzo/evento che ha ottenuto un massiccio seguito per ciò che l’associazione dei ristoratori eoliani vuole rappresentare.

Tanta partecipazione ed eccezionale gradimento per questa giornata, promossa dagli associati di A.R.I.E che ha disposto lo start ai mesi estivi 2024 e ha segnato l’avvio di una serie di progetti di incentivazione della cultura eoliana del buon cibo.

A sostenere l’evento la Regione Siciliana e il presidente dell’Ars Gaetano Galvagno mentre nelle vesti  del Governo Siciliano è intervenuta l’assessore regionale al Turismo Elvira Amata. A partecipare quasi tutti i sindaci eoliani.

“Possiamo lavorare insieme - ha assicurato agli associati di A.R.I.E Amata -. Dobbiamo fare sistema da soli non si possono raggiungere i giusti obiettivi e ringrazio vivamente gli associati per aver unito le forze. In Sicilia abbiamo un’offerta turistica unica e speciale e l’enogastronomia, in questo caso quella delle Isole Eolie, è da sempre una voce trainante anche in chiave di scelta delle vacanze.”

Alla prima uscita di A.R.I.E. abbiamo registrato la presenza anche dei sindaci Riccardo Gullo di Lipari, Domenico Arabia di Santa Marina Salina e Giacomo Montecristo di Leni. Tutti, insieme anche a Clara Rametta di Malfa (assente solo per motivi familiari) hanno sottolineato l’importanza della nascita della nuova associazione per contribuire a pubblicizzare il comparto turistico eoliano e hanno dato la loro parola per stare vicini agli associati di A.R.I.E. conferendogli il ruolo di ambasciatori del gusto e dei sapori delle Isole Eolie.

Non poteva mancare all’incontro anche il Presidente di Federalberghi Isole Eolie Christian Del Bono che è pronto a caldeggiare la categoria, fondamentale quest’ultimo in materia di ricettività.

Nel corso del  pranzo/evento introdotto dal componente direttivo Massimo Lo Schiavo  ed arricchito per la presentazione dei vini dal segretario Danilo Conti, i  componenti di A.R.I.E hanno sensibilizzato le istituzioni eoliane e regionali sulla necessità di partecipare alle più importanti fiere sul turismo per presentare davanti ad un pubblico di settore non solo i prodotti locali noti in tutto il mondo come la malvasia, i capperi, i vini ma più in particolare un’offerta turistica a 360 gradi, offerta che non può prescindere  - hanno detto - dal miglioramento dei collegamenti delle Eolie con la Sicilia ed i porti italiani.

L’attività dei soci di A.R.I.E  ha  fra i suoi scopi principali quello di contribuire a rafforzare i grandi punti di forza delle Isole Eolie, dal 2000 Sito Unesco Patrimonio dell’Umanità e che hanno costituito il loro successo facendone una delle mete più importanti del turismo internazionale; fra questi  spiccano il Cappero di Salina presidio Slow Food, i Capperi delle Isole Eolie Dop, la Malvasia DOC, i vini delle cantine eoliane IGP,  i pregiati grani antichi,  i prodotti dell’agricoltura ed i rinomati formaggi, le tante attività che si possono compiere nel territorio, dal trekking a quelle sul mare, la storia antica dei territori ricchi  di monumenti da scoprire, i meravigliosi paesaggi naturali, il verde incontaminato.

Tanti di questi elementi sono emersi nel corso de “Il Convivio di Eolo” dove le tradizioni sono state protagoniste, infervorate dagli chef locali che annoverano eccellenze della ristorazione italiana, come Martina Caruso, la più giovane stella Michelin d’Italia.

Un apprezzatissimo tripudio di gusti, sapori ed emozioni accompagnato dagli straordinari vini delle cantine eoliane e culminato dopo antipasti, primi e secondi con i dolci eoliani preparati dalle sapienti mani di alcune donne del territorio; un cammino speciale che ha messo in luce le straordinarie materie prime locali e la capacità di tutti i ristoratori di lavorare insieme in modo creativo. Ogni giorno potrà affiorare questo spirito di accensione nelle cucine di tutti gli imprenditori di A.R.I.E. per gestire con modernità il turismo nelle Eolie, attraverso il grande patrimonio dell’enogastronomia.

“Il Convivio di Eolo “ è formato da  Angelo Paino presidente,  il direttivo è composto dai  vice presidente vicari,  Lucio Bernardi delegato di Lipari, Fabio Giuffrè delegato per Salina, Federica Sulfaro delegata per Panarea, segretario Danilo Conti, tesoriere Francesco Fonti ed ancora Gilberto Iacono delegato per Vulcano, Antonino Zaccone delegato per Stromboli, Giuseppe Santamaria delegato per Filicudi, componenti del direttivo sono  Antonino Alaimo, Francesco Basile, Emanuele Carnevale, Nunzia Cincotta, Giuseppe Finocchiaro, Rosy Gallo, Massimo Lo Schiavo.

コメント


bottom of page