top of page

Messina-Catania: un pareggio ricco di emozioni




In una giornata fredda ma soleggiata va in scena uno dei classici del calcio siciliano, il derby tra Messina e Catania, valevole per la 19a giornata del Girone C del Campionato di Lega Pro.

Dopo una settimana turbolenta, complice l’addio del tecnico Ezio Capuano, i giallorossi vogliono scacciare lo spettro della retrocessione e per farlo il tecnico ad interim Raciti si affida alla formazione tipo, composta da: Lewandowski; Fantoni; Carillo; Fazzi; Rondinella; Mikulic; Fofana; Damian; Simonetti; Balde; Adorante. Sulla panchina etnea, invece, Baldini schiera i seguenti undici: Stancampiano; Claiton; Maldonado; Ercolani; Rosaia; Biondi; Piccolo; Greco; Pinto; Moro; Calapai.


Partita molto fisica fin da subito, con le squadre che lottano su ogni pallone nella zona mediana del campo, ma non riescono a creare occasioni degne di nota.

Il primo vero squillo del match arriva al 19', quando, su un tiro di Damian, il portiere ospite interviene goffamente, Rondinella sfrutta il pallone vagante e insacca la rete dell’1-0, tra le timide proteste della difesa catanese che reclamava invano una carica sul portiere. Dopo il gol del vantaggio il Messina si mostra sicuro e fraseggia bene in mezzo al campo.

Al 45' il Catania fallisce un'ottima occasione; Moro prova il sinistro al volo, da dentro l'area piccola, ma spedisce il pallone oltre la traversa. Si va al riposo con il punteggio di 1-0.

La ripresa si apre con due sostituzioni per il Catania, escono Biondo e Piccolo ed entrano Piccolo e Sipos. Il Messina, forte del vantaggio, comincia bene, cercando il gol del raddoppio con Adorante che, dopo essere stato servito in profondità, calcia alto. Intorno al 60' arrivano anche i primi cambi giallorossi, Marginean e Russo prendono il posto di Rondinella e Balde. Al 74', però, il Catania gela il San Filippo. Una conclusione di Sipos viene deviata da un difensore e colpisce la traversa, il pallone finisce dalle parti di Albertini che sigla l'1-1.

Il Messina non ci sta e attacca a testa bassa, presentandosi in area con Russo che fa a sportellate con due difensori rossoblù e cade a terra, per il direttore di gara è tutto regolare.

Passano pochi minuti e i biancoscudati si riportano avanti. Al 77', dopo un’azione prolungata da parte di Fofana, il pallone finisce sui piedi di Marginean che col piatto destro fa 2-1.

Le emozioni, però, non sono finite. Infatti, dopo due minuti, arriva il 2-2 siglato dal subentrato Sipos.

Doccia fredda per squadra e tifosi.

All'84' ci prova Adorante, il suo tiro, però, termina fuori. Negli ultimi minuti, compresi i 5' di recupero, non succede più nulla. Termina così, 2-2, un derby avvincente e ricco di occasioni.

Un punto utile per il Messina, soprattutto per il morale della squadra.

Tuttavia i peloritani non vincono da sei turni e si trovano all'ultimo posto insieme alla Vibonese, 14 punti per entrambe. Mercoledì, al Franco Scoglio, andrà in scena l'ultima gara di questo 2021; infatti, i giallorossi ospiteranno la Paganese.




IL TABELLINO


MESSINA-CATANIA 2-2


Marcatori: Rondinella (M), Marginean (M); Albertini (C), Sipos (C)


Messina: Lewandowski; Fantoni, Carillo, Mikulic; Rondinella (61’ Marginean), Fofana, Damian (96' Konate), Simonetti (83’ Celic), Fazzi; Adorante (96′ Distefano), Baldè (61’ Russo). A disp. Fusco, Busatto, Catania, Vukusic, Nicosia. All. Raciti.


Catania: Stancampiano; Calapai, Claiton, Ercolani, Pinto (66’ Zanchi); Rosaia, Maldonado (66' Albertini), Greco (84' Provenzano); Biondi (46' Russotto), Moro, Piccolo (46' Sipos). A disp. Sala, Borriello, Pino, Izco, Ropolo, Cataldi, Frisenna. All. Baldini.


Arbitro: Gualtieri di Asti (assistenti Terenzio di Cosenza e Ceolin di Treviso)


Ammoniti: Carillo (M), Biondi (C), Lewandowski (M), Fazzi (M), Russotto (C), Marginean (M).




Credit foto: messina.gazzaettadelsud.it


Comments


bottom of page