top of page

MESSINA: grande fermento per il concerto di Vasco Rossi.


FOTO: Il Messaggero.it



Mancano ormai poche ore all’inizio del concerto del grande Vasco Rossi.

Ancora una volta, la quinta per l’esattezza, l’artista modenese sceglie Messina come tappa del tour Sicilia.


La città è già da un po' di tempo in fermento, e molto laboriosa per accogliere i fans e tutta la macchina organizzativa.

La Messina Servizi, assieme agli operai del Comune, hanno provveduto a ripulire sia all’interno che all’esterno dello stadio, togliendo erbacce ha e ripulendo le strade d’accesso allo stadio.


Grande attenzione è stata posta per la viabilità, sarà chiuso lo svincolo autostradale di San Filippo vista la vicinanza con lo stadio “Franco Scoglio” sede del concerto, dalle 8 di oggi , limitato il transito ai bus, forniti di pass,. La Atm (società di trasporto pubblico) di Messina ha messo a disposizione dei servizi navetta per agevolare i tantissimi fans, e sono state potenziate anche le corse dei tram.


Si è stimata, da parte degli addetti ai lavori, una partecipazione di circa 40 mila spettatori da tutta Italia, 3500 camere d’albergo prenotate, 800 persone al lavoro, 750mila watt di amplificazione, 1500 punti luce, laser, video giganteschi, generatori di corrente, 72 autotreni., palco come un palazzo di 9 piani


E’ questa, la manifestazione più attesa nella cittadina tirrenica, tenendo conto anche del fatto che due anni di chiusura hanno stravolto le vite di tutti, questa rappresenta un passaggio alla normalità.

Già nella giornata di ieri fuori dallo stadio c’erano i primi accampamenti, ma l’apertura dei cancelli avverrà a partire dalle ore 15 (Prato Gold) e poi con intervalli di 10 minuti nei vari settori.

Il via al concerto è previsto per le 21, mancano veramente poche ore.


La band della rockstar è cresciuta ancora, infatti è stata aggiunta la sezione fiati con 11 elementi alle chitarre Stef Burns e Vince Pastano, al basso Andrea Torresani (lo storico bassista Claudio “il Gallo” Golinelli sarà solo guest), i tastieristi Alberto Rocchetti, Frank Nemola e Beatrice Antolini, il batterista Matt Laug, e la novità assoluta della sezione fiati con Andrea Ferrario al sax, Tiziano Bianchi alla tromba e Roberto Solimando al trombone.

Da quanto emerge è prevista una scaletta di 28 brani, dai vecchi successi a quelli più recenti, e dei brani di nicchia che poche volte sono state eseguite dal vivo nei concerti.



Carmelo Costa della Musica da Bere srl, organizzatore per la Sicilia, non ha dubbi: “Sarà il più imponente spettacolo che si sia mai organizzato in Sicilia”.

Comments


bottom of page