top of page

Milazzo, dal comune la diffida per la pulizia delle spiagge



Siamo giunti alla stagione estiva e subentrando troppe criticità inerentemente alla pulizia delle spiagge, il Comune rende noto che il settore Ambiente ha diffidato la ditta Caruter comunicando l’avvio del provvedimento per l’applicazione delle sanzioni previste dal capitolato d’appalto.


La motivazione dipende dal fatto che, ad una settimana dall’estate, la situazione della riviera di Ponente è tutt’altro che decorosa, talché dopo un sopralluogo in diverse zone, nello specifico si contesta il mancato ritiro dei rifiuti raccolti in cumuli a seguito della pulizia effettuata nel mese di maggio e la mancata effettuazione di interventi sul terrapieno e sulla spiaggia tra gennaio e giugno, secondo quanto previsto nel contratto stesso.


Nella nota viene rinnovato che oltre ad essere undici le persone da impiegare per l’espletamento del servizio di pulizia e mantenimento delle spiagge e per lo svuotamento e la pulizia dei trespoli, che deve essere garantito il servizio di pulizia dei terrapieni e dell’arenile con la cadenza prevista contrattualmente e con l’impiego di persone e mezzi non utilizzato nel servizio di mantenimento.


Non possiamo costruire una seria prospettiva di sviluppo turistico se chi visita Milazzo porta con sé il ricordo di un ambiente degradato. - Ha continuato il sindaco Pippo Midili - Anche perché già c’è un’attività di pulizia programmata con scadenze da rispettare. Se c’è qualcosa che non funziona occorre intervenire e applicare le sanzioni. Oggi i sette chilometri di arenile che collegano il Tono con Bastione presentano criticità che vanno superate immediatamente. È chiaro che non basterà eseguire un intervento straordinario ma occorre pianificare una serie di azioni finalizzate a mantenere gli arenili puliti anche nei mesi di luglio ed agosto quando l’affluenza sarà maggiore. Una città pulita significa anche spiagge pulite a partire dal mese di maggio e per l’intera durata dell’estate e in tal senso ci attiveremo per il futuro”.

Comments


bottom of page