top of page

Montalbano Elicona: nella corte del castello, in scena Dyskolos.


La rassegna Nebrodes a cura del Consorzio Intercomunale Nebrodi continua.


Domani sera alle ore 21,00, la corte del castello di Montalbano Elicona rivive le vicende di una delle più famose commedie e una delle poche completa di Menandro, Dyskolos, conosciuta anche come il misantropo, o come Il burbero o Il bisbetico o Il Selvatico.


Cnemone è un vecchio triste, capace di provare solo fastidio e irritazione verso il prossimo nauseato dall'avidità e dall'egoismo della gente che lo circonda, in particolare dei ricchi. Rappresenta l’antieroe della storia, il mito infantile e surreale dell’autosufficienza dell’individuo.

In Sostrato, spicca la tenacia e l’essere disposto a qualunque cosa pur di conquistare l’amata.


Sono trattati temi universali: l’instabilità della fortuna, l’amicizia, la solidarietà, i conflitti. I problemi che l’autore porta in scena, sono limitati alla sfera familiare e agli affetti di ciascuno, fino a giungere all’introspezione psicologica dei vari personaggi, accentuando e analizzando i sentimenti, positivi o negativi, che li caratterizzano.


Ma alla fine….

Bisogna assistere allo spettacolo per saperlo.


Cinzia Maccagnano, cui è affidata la regia e l’impianto scenico, ha voluto utilizzare le maschere antiche tipiche del teatro di Menandro, che si inseriscono in una tradizione consentendo vestire” con maggiore attinenza e di dare un colore nuovo ai “ tipi di Lipari” reinterpretati dal maestro Santelli.


Nella commedia le musiche di Germano Mazzocchetti, in scena la regista insieme a Raffaele Gangale, Dario Garofalo, Luna Marongiu e Cristina Putignano, i costumi sono curati da Monica Mancini le maschere da Giancarlo Santelli, il restyling delle maschere da Luna Marongiu, l’Assistente alla regia: Marta Cirello.



Kommentare


bottom of page