top of page

Si chiude con successo l’edizione 2023 del Milazzo Film Festival

Non sono mancati momenti di spettacolo con Ezio Greggio e neppure momenti pieni di contenuto con masterclass, presentazioni di libri, convegni e tanto cinema. Mario Sesti, Caterina Taricano, Vera Gemma, Giulio Scarpati e Vera Venturini, sono solo alcuni degli ospiti che hanno arricchito il ricco calendario del festival

La manifestazione, che coniuga al suo interno un concorso internazionale di cortometraggi, una rassegna cinematografia e il Premio Scarabeo d’Argento del maestro orafo argentiere Antonello Piccione, ha conquistato il pubblico del territorio.

Nel tardo pomeriggio della domenica di ieri, 23 luglio 2023, ultimo giorni della manifestazione, si è svolto il convegno “Ecomuseo Chersoneso d’Oro”, un’opportunità per la città di Milazzo che passa anche dal cinema, il territorio, le storie”.

Sì è parlato delle potenzialità dell’ecomuseo, di come si possa fare rete coinvolgendo gli attori del territorio, legando i beni materiali e immateriali, nella prospettiva dello sviluppo economico e culturale.



Le dichiarazioni dell'Assessore Regionale al Turismo, Elvira Amata

«Il Governo regionale, nel proprio programma, ha la volontà di implementare il settore del cinema. Oggi abbiamo davvero un’occasione importante, considerando che molte case di produzione scelgono la Sicilia per realizzare film. Bisogna investire migliorando i servizi da proporre alle case di produzione. Questo certamente rappresenta uno sviluppo economico e ne beneficia tutto il territorio».

Durante al convegno, oltre all’Assessore Elvira Amata, sono intervenuti il Dirigente Sicilia Film Commission Nicola Tarantino, il Docente Disum-UniCt Salvatore Cannizzaro, l’Assessore Ecomuseo Comune di Milazzo Antonio Nicosia, il Docente Cospecs-UniMe Enrico Nicosia.


Al termine dell’incontro si sono esibiti la cantante Lorena Cernuto, che ha prestato il volto alla locandina del Milazzo Film Festival, e il chitarrista Vittorio Maimone, con due brani pop.

Ha poi preso il via la cerimonia di Premiazione con l’assegnazione dei premi ai cortometraggi in gara al concorso internazionale.



I premiati

Premio POSIDONIA, dedicato alla sezione dei cortometraggi realizzata in collaborazione con l’Area Marina Protetta Capo Milazzo, che ha come unico protagonista il Mare, assegnato a “Talafi” (Italia) di Giovanni Merlini.


Premio L’OTTAVA ISOLA, assegnato a “Il grande Melies” (ITALIA) di Beatrice Campagna.


Premio CORTOBELLO assegnato a “LIONESS” (USA) diretto da Molly Smith e scritto da Sara Oliva


Premio DEPAGROUP assegnato a “FASE 6” (ITALIA) di Domenico Zazzara e Matt Marco Di Pasquale.

Quest’anno il Milazzo Film Festival ha deciso di istituire il

Premio CORALLIUM rivolto a personalità del mondo della cultura, della società civile e dell’imprenditoria, assegnato a Marco De Pasquale di Depagroup, per l'impegno costante e crescente nel rispetto dell'ambiente, verso un'impresa a impatto zero.


Premio POLIFEMO – BANCA DI CREDITO COOPERATIVO LA RISCOSSA DI REGALBUTO, rivolto al miglior cortometraggio realizzato da autori nati o residenti in Sicilia, assegnato a “Irrisolti” (ITALIA) di Anna Carpenzano.

 

Menzione speciale da parte della giuria e del comitato organizzativo a “Salanitro” (Italia) di Lavinia Zammataro.

 

Premio SCARABEO D’ARGENTO, riservato alla miglior opera che ha partecipato al concorso internazionale di cortometraggi del Milazzo Film Festival 2023, assegnato a “YVOV” (GEORGIA) di Sergey Spirin e Andrei Beresnev.

 

Assegnati riconoscimenti a tutta la giuria tecnica presieduta da Mario Sesti e a Lorena Cernuto.


Dopo la premiazione, sul palco Mario Sesti, Caterina Taricano, l’attore Giulio Scarpati e Nora Venturini.


Un dialogo interessante sul romanzo di “Passaggio con ombre. Una nuova indagine per Debora Camilli” (Mondadori) di Nora Venturini, un giallo appassionante, ironico e sagace, sull’investigatrice Debora Camilli, una tassista romana intelligente e curiosa. L’incontro è stato accompagnato dalle letture di Giulio Scarpati. Si è poi parlato del cinema nazional popolare con Giulio Scarpati, volto noto di “Un medico in famiglia”.


Assegnato il Premio CORALLIUM rivolto a personalità della società civile che hanno lasciano il segno sul territorio, al provveditore degli Studi di Messina Stello Vadalà, docente e dirigente scolastico molto apprezzato per le doti umane e professionali, con una lunga esperienza come giornalista pubblicista. Il premio è stato consegnato dall’Assessore Lucia Scolaro che, in qualità di dirigente dell’Istituto Galilei di Ostiglia ha contribuito alla realizzazione della mostra “Scatti dal 900 il divismo visto da Mario Pecorari.


Il Premio SCARABEO D’ARGENTO rivolto alle personalità che, durante la propria carriera, hanno tracciato valori esemplari nel mondo della cultura, è stato assegnato a Giulio Scarpati

Comments


bottom of page