top of page

Verso Messina-Avellino: cosa aspettarsi dagli irpini



Due squadre gemellate, due piazze che forse meritano più della Lega Pro, ma al momento con obiettivi diversi, anche questo è Messina-Avellino.


La seconda miglior difesa arriva al San Filippo, pronta a non concedere nulla ai giallorossi, che però vogliono allontanare il ricordo della sconfitta con il Catanzaro e, soprattutto, vogliono allontanarsi dalla zona bassa della classifica.


Gli irpini segnano con più giocatori, sugli scudi Gagliano e Tito, i biancoscudati s'affidano al gioiellino Adorante, vista anche l'assenza del positivo Damian, ma anche su Russo e Catania, capaci di sorprendere con la giocata; mister Capuano ha deciso di concentrarsi nella sessione di venerdì sulle palle inattive, per contrastare al meglio il dominio fisico dei campani, abili a segnare sugli sviluppi di punizioni ed angoli.


Con il sostegno dei tifosi, la partita può avere un clima diverso, e potrebbero essere loro l'arma in più dei padroni di casa.


Potrà il Messina scacciare dalla memoria l'ultima trasferta e continuare a ricostruire la scalata in classifica per indirizzarsi verso un campionato tranquillo o sarà il momento di gloria dell'Avellino per rincorrere la capolista Bari?


Comments


bottom of page