top of page

Amministrative Messina, Aurelio Bringheli candidato alla VI Circoscrizione


Prosegue senza sosta nella città dello Stretto la campagna elettorale in vista delle prossime Amministrative di giugno. A candidarsi alla VI Circoscrizione del Comune di Messina Aurelio Bringheli con Fratelli d'Italia.

Il giovane messinese di appena 19 anni si dice pronto a sfoderare tutte le carte in regola per portare valore alla città in cui vive e dove studia con profitto.


Da tempo milita in politica, portando avanti il suo percorso con l’associazione universitaria “Atreju - la compagnia degli studenti”.


È attualmente iscritto al primo anno della Facoltà di Economia Banca e Finanza dell'Ateneo peloritano, dopo aver conseguito il diploma al Liceo Scientifico “Archimede”.


Qui, nel 2019, all'età di 17 anni, eletto rappresentante d'Istituto, si distingue per il coraggio dimostrato nel condurre battaglie per conto e in tutela degli studenti dell'Istituto, riuscendo a portare a segno più di un braccio di ferro per la risoluzione di problematiche strutturali e organizzative.

Le sue abilità lo hanno condotto, l'anno successivo, nel 2020, ad una ulteriore elezione, una riconferma a furor di popolo della sua candidatura.


Di lui avevamo scritto in riferimento all'occupazione dell'Istituto Archimede dettata da motivi di sicurezza. Fu proprio la mediazione condotta per giorni da Aurelio, insieme ad una delegazione studentesca, in dialogo con la preside e con l'allora Primo cittadino, ad aver assicurato il sopralluogo necessario e la recente esecuzione dei lavori alla scala di emergenza.


«Noi del movimento Vento dello Stretto – racconta Aurelio ai nostri microfoni - stiamo presentando candidati in tutte le Circoscrizioni della nostra città, schierando giovani professionisti impegnati da tempo nel sociale. Io sono candidato alla VI Circoscrizione e l’avv. Dario Carbone - Vice Presidente del movimento - al Consiglio comunale».

Alla nostra domanda:

Quali sono le tue proposte per Messina?

Ha così risposto: «A Messina manca la valorizzazione del territorio, soprattutto in ambito turistico.

In questi anni, i giovani escono da Messina per cercare altrove il divertimento che qui manca. Io, che organizzo eventi, da 4 anni a questa parte "sento" il malcontento dei miei coetanei, e non solo. Il rilancio di questo tipo di settore rappresenterebbe senz'altro un'arma economica importante per la città. Mi impegnerò in tal senso.

Ho una serie di proposte per incentivare il turismo, il settore dei locali e per far sì che i giovani si trovino bene a Messina e non se ne allontanino. Con l'entusiasmo dei miei anni e la mia determinazione, proverò ad invertire la diaspora.

Questi sono soltanto alcuni punti del mio programma per la mia città che tanto amo».

Kommentit


bottom of page