top of page

ARS, Abbate e Pace sostengono il turismo siciliano con un ddl a salvaguardia di piante monumentali


Con il duplice  obiettivo di preservare l’inestimabile patrimonio culturale e ambientalistico di piante monumentali che rende la Sicilia unica nel genere e di creare ex novo un turismo naturalistico alla scoperta degli alberi secolari, i deputati regionali della DC, Ignazio Abbate e Carmelo Pace, hanno presentato un disegno di legge volto alla salvaguardia e alla valorizzazione delle stesse piante presenti nel territorio siciliano.


I deputati sottolineano che attualmente in Italia solo la Regione Siciliana non ha ancora emanato la norma di recepimento del comma 1 art. 7 legge n. 10/2013.

Detta L. approvata nel 2013 definisce l'albero monumentale in modo univoco, istituendo proprio un Elenco degli alberi monumentali d'Italia stabilendo una sanzione amministrativa in caso di abbattimento o danneggiamento.


 Il disegno di legge presentato dai due esponenti democristiani potrebbe secondo i deputati colmare questa lacuna. Nello specifico rientrano nella categoria delle piante monumentali l'albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali, e l'albero secolare tipico. Entrambe le tipologie possono essere considerate come rari esempi di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie e ancora alberi che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario e perfino delle tradizioni locali.


 “Riteniamo – commentano i due firmatari del disegno di legge – di fondamentale importanza la salvaguardia di questo immenso patrimonio culturale di cui abbiamo la fortuna di poter disporre. Ogni albero che verrà indicato dal censimento effettuato dai Comuni dovrà essere sottoposto ad attente verifiche prima di poter entrare a far parte della lista delle piante monumentali. In questo si allargherà il turismo regionale ad una branchia che altrove ha già dato grandi risultati. L’obiettivo è quello di costruire un vero e proprio circuito degli alberi monumentali da mettere a disposizione dei turisti del settore e non solo visto che la presenza delle piante più importanti attireranno nuovi visitatori alla scoperta del territorio che le custodisce. Tale circuito potrà nascere esclusivamente con la collaborazione dei proprietari degli alberi i quali dovranno realizzare un percorso per la fruizione con relativa segnaletica. In cambio della perenne e gratuita fruizione riceveranno un indennizzo annuo da parte dell’Assessorato all’Agricoltura”.


Comentarios


bottom of page