top of page

De Luca ribatte alle dichiarazioni di Croce sullo smaltimento dei rifiuti



Cateno De Luca dichiaratamente convinto di mandare a casa una “banda bassotti della politica regionale”, rispedendo al mittente esprime un ringraziamento al dr. Croce per la dichiarazione odierna con cui avrebbe ammesso che l’unica ragione per la quale Messina non è dotata di impiantistica regionale per lo smaltimento dei rifiuti è l’assenza di dialogo tra il Comune e la Regione!

Cateno De Luca commenta dicendo “Mi fa piacere che finalmente un qualificato componente dell’amministrazione regionale, quale è il dott. Croce che è Soggetto Attuatore Delegato dell'Ufficio del Commissario Straordinario Delegato per il rischio idrogeologico nella Regione Sicilia, abbia riconosciuto ciò che l’amministrazione De Luca ha denunciato fin dall’aprile del 2021, ossia che il governo regionale ha volutamente lasciato Messina senza impianti per i rifiuti. Adesso sappiamo anche quale sarebbe la ragione: l’assenza di dialogo, perché Musumeci evidentemente non intende parlare con Messina, mal sopportando che proprio l’Amministrazione De Luca abbia denunciato le inefficienze e gli sprechi della sua gestione amministrativa”.

De Luca coglie l’occasione per citare che, nel giugno 2018 Messina era priva di impianti e di progettazione per la realizzazione degli stessi e che, con impegno e lungimiranza, il Comune di Messina e la SRR Messina Area Metropolitana hanno individuato il sito per la realizzazione dell’impianto per il trattamento dell’umido e dei fanghi di depurazione, presentando un progetto definitivo ed esecutivo già nel mese di giugno 2021 che il Commissario ad acta, nominato direttamente dal Presidente della Regione, che si sarebbe dimenticato di presentare per ottenere le certificazioni ambientali facendo archiviare la pratica! De Luca scrive che, a novembre 2021 la SRR Messina Area Metropolitana ha presentato una nuova istanza ma, nonostante si tratti di una procedura sottoposta a termini abbreviati che avrebbe dovuto essere definita entro 60 giorni, sono ancora in attesa della convocazione della Conferenza dei Servizi da parte dell’Assessorato regionale territorio ambiente.

Per quel che riguarda Pace, De Luca ha conferito sull’impianto per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e per il trattamento del percolato che la Regione aveva aggiudicato nel 2013 con responsabile del procedimento proprio il dott. Maurizio Croce, rifacendosi al fatto che dopo 3 anni di inutile corrispondenza, la Regione lo scorso 18/3/2022 ha archiviato la procedura ritenendolo irrealizzabile con ciò evidentemente sconfessando lo stesso Croce, e senza neppure dare alcuna risorsa economica al Comune di Messina per la realizzazione di un altro impianto.


Presunta irregolarità nella nomina dell’ing. Nicola Russo.

De Luca “Abbiamo sempre rispettato le regole e amministrato nell’interesse della città”


“Con la nota prot. UVCAT/4678/2021 l’ANAC ha confermato, ancora una volta, la correttezza dell’operato dell’Amministrazione De Luca.”

Così Cateno De luca commenta la notizia del pronunciamento dell’Anac in merito all’incarico di Direttore Generale che, dopo una pubblica selezione, è stato conferito dalla Società partecipata Messina Servizi Bene Comune Spa all’Ing. Nicola Russo.

Difatti, come autorevolmente chiarito dall’Autorità Nazionale Anticorruzione, l’ing. Russo, prima di assumere l’incarico di DG alla Messina Servizi, si è posto in aspettativa ed ha chiesto ed ottenuto, da parte dell’amministrazione regionale di appartenenza, il Nulla Osta all’assunzione dell’incarico. I suddetti adempimenti, quindi, soddisfano in pieno le condizioni previste dall’art. 53 comma 16ter del D. Lgs. 165/2001 (testo Unico del Pubblico Impiego) e, per citare espressamente le parole dell’ANAC, “tale circostanza fa, quindi, venire meno il presupposto del divieto dell’art. 53 comma 16 ter cit.”.

“Ci auguriamo - conclude Cateno De Luca- con tale ulteriore pronuncia, dopo quella già resa sempre dall’ANAC che, aveva escluso qualsiasi ipotesi di incompatibilità ed inconferibilità all’assunzione dell’incarico di DG per l’ing. Nicola Russo, venga definitivamente abbandonato ogni tentativo di screditare l’operato dell’Amministrazione De Luca, riconoscendo invece i meriti ed i risultati raggiunti ma al contempo ribadiamo a quanti pensano di fare politica con insinuazioni e false accuse, che ci troveranno pronti a difendere il nostro operato, nella certezza di avere sempre rispettato le procedure di legge e di avere amministrato nell’interesse della città di Messina.”

bottom of page