top of page

F.C. Messina: Un brutto "revival" dal finale amaro



Agosto 2008: Il Football Club Messina viene esclusa dalla Serie B, questo rappresenta la morte del brand, che risorgerà col nome di Associazioni Calcio Riunite Messina.

Giugno 2019: Rocco Arena, imprenditore nel campo alimentare, acquista il fu Città di Messina, e lo rinomina Football Club Messina, inasprendo il rapporto fra i tifosi delle due squadre.

Dicembre 2021: In seguito a problemi finanziari, anche dovuti al Covid-19, Rocco Arena abbandona la nave, ed il Football Club si sfalda, sparendo dopo neanche due anni solari.


Se questo racconto dovesse essere accompagnato da una canzone, sarebbe quasi sicuramente "Parole Parole" di Mina.

Tutte le promesse iniziali, stadio nuovo e squadra femminile su tutte, hanno lasciato il tempo che hanno trovato, sparendo insieme all'ormai ex presidente.

"Le rose ed i violini, questa sera raccontale ad un'altra" Forse proprio questa frase potrebbe essere un coro da stadio, pieno di rabbia, rimorso e rimpianti, dei tifosi delusi da quella che poteva essere una realtà che non è stata, non è e non sarà.


Una fuga, l'ennesima, dopo quella da Alicante, in Spagna, dove Arena era presidente di una squadra, il CFI Alicante, che milita nelle serie non professionistiche iberiche.


"Non cambi mai, non cambi mai, non cambi mai. Proprio mai." L'ultimo verso che i tifosi peloritani potrebbero dedicargli, consci del fatto che non era passione, ma vile denaro.


Finisce qui il cammino del F.C. Messina, con i tifosi, ormai abbandonati al proprio destino che potranno solo cantare un vecchio e storico coro, ricordando tempi migliori.

"Che sarà, che sarà del mio Messina? Chi lo sa..."

Comments


bottom of page