top of page

Hydrogen Valley a Giammoro, Duferco investe 95 milioni di euro anche su energia a gas e logistica navale

Sarà una riconversione industriale del polo siderurgico di Giammoro, in provincia di Messina con un budget colossale di 95 milioni di euro. Ad attuare questa operazione è il Gruppo Duferco ossia una Holding Internazionale da 19 miliardi di euro che, nonostante abbia dal 1979 come core business le acciaierie, ha presentato, alla Camera di Commercio di Messina, il piano di investimenti e i relativi progetti legati a questo processo: si mira al consolidamento e alla crescita dell’occupazione esistente.

Logistica, energia e servizi legati agli investimenti infrastrutturali sono le aree di intervento identificate dal Gruppo Duferco nell’ambito della riconversione dello stabilimento siderurgico di Giammoro, illustrato in presenza del Presidente del Gruppo Duferco, Antonio Gozzi e del Presidente di Sicindustria Messina, Pietro Franza. Il profondo cambiamento del contesto internazionale nel mercato siderurgico ha portato Duferco a prevedere per il polo industriale di Giammoro un piano di riconversione e diversificazione volto al consolidamento e allo sviluppo dell’occupazione.

Il Gruppo Duferco ha strutturato, nel corso degli anni, business diversificati in parecchi settori. Dopo aver ottenuto importanti risultati nell’acciaio, Duferco ha esteso il proprio raggio di azione canalizzando le sue attività nell’energia, nello shipping e nell’innovazione. Con oltre 2.500 collaboratori, oggi, il Gruppo opera in più di 20 Paesi nel mondo.

“Il forte legame che ormai da quasi 30 anni ci lega al territorio siciliano e l’impegno assunto nei confronti dei lavoratori del nostro stabilimento di Pace del Mela – commenta Antonio Gozzi, Presidente di Duferco – ci ha guidato in questo piano industriale di riconversione. Un progetto concreto in cui crediamo molto e che ci consentirà di sfruttare a pieno le competenze e gli asset di Duferco in ambito energetico, logistico e industriale”.

L’investimento complessivo, di circa 95 milioni di euro, si orienterà, oltre che sul potenziamento, sull’aspetto gestionale delle seguenti attività, in parte già avviate dal Gruppo Duferco sul territorio siciliano.

- Impianto Peaker: il nuovo impianto a basso impatto ambientale e alimentato a gas naturale, già costruito all’interno dell’area industriale di Giammoro, sarà messo a disposizione di Terna per garantire la sicurezza e del sistema elettrico regionale e la sua sostenibilità ambientale. L’impianto consentirà, infatti, di mantenere elevata la percentuale di produzione da fonte rinnovabile della Regione Sicilia.

- Pontile di Giammoro e attività logistiche: il 28 marzo 2024 il comitato di gestione dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto ha deliberato il rilascio alla Duferco Terminal Mediterraneo S.p.A. della concessione del pontile e l’autorizzazione per la gestione commerciale del sito al servizio dei vettori marittimi. L’azienda ha presentato un progetto di sviluppo con l’obiettivo di garantire servizi navali e logistici efficienti.

- Hydrogen Valley: il progetto promosso da Duferco, in collaborazione con Caronte Spa e Nippon Gases Italia, mira a sviluppare una Hydrogen Valley nell’area del sito di Giammoro in grado di produrre circa 100 tonnellate all’anno di idrogeno verde, tramite un impianto fotovoltaico da 4 MW ed un elettrolizzatore da 1 MW. La manovra sarà realizzato con un finanziamento nell’ambito del bando “Hydrogen Valleys” del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), attraverso la Regione Siciliana.

- BESS - Sistema di accumulo elettrico: investimento da 15 milioni di euro che prevede la realizzazione di sistema di accumulo elettrico per il bilanciamento della richiesta energetica in rete.

- Revamping e gestione degli impianti fotovoltaici: progetto teso al revamping e potenziamento degli impianti fotovoltaici già presenti nell’area di Giammoro.

- Attività di servizio agli investimenti infrastrutturali siciliani: la realizzazione del piano delle opere infrastrutturali prioritarie della Sicilia ha e avrà importanti ricadute sull’economia siciliana nel suo complesso e in particolare sulle imprese costruttrici e su quelle attivate nella catena di fornitura. Il sito di Giammoro è un sito ideale per sviluppare le attività connesse direttamente e indirettamente alla realizzazione degli investimenti infrastrutturali siciliani.

Comments


bottom of page