"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

"Il primo abbraccio" foto dell'anno del World Press Photo


Un’immagine iconica della pandemia da Covid che esalta uno dei momenti più attesi ovunque. Il momento dell’abbraccio, attraverso il telo di protezione, tra l’anziana paziente 85enne Rosa Luzia Lunardi e l'infermiera brasiliana Adriana Silva da Costa Souza, presso la casa di cura Viva Bem a San Paolo del Brasile, il 5 agosto del 2020.

Il premio di fotogiornalismo più prestigioso del mondo è stato assegnato al danese Mads Nissen che ha colto l'attimo che riassume tutti i simboli di quel 2020 che ha cambiato la vita di tutti noi. Nell'immagine c'è tutto: la solitudine, la paura, la solidarietà, la speranza. “Per me, questa è una storia sulla speranza e sull'amore nei momenti più difficili. Quando ho saputo della crisi che si stava sviluppando in Brasile ho sentito davvero il bisogno di fare qualcosa al riguardo" ha spiegato il fotografo.

“Questa immagine commemora il momento più straordinario della nostra vita, ovunque. Nella foto ho letto la vulnerabilità, i miei cari, la perdita e la separazione, la morte, ma, soprattutto, anche la sopravvivenza, tutto racchiuso in un'unica immagine grafica. Se si guarda l'immagine abbastanza a lungo, si vedono le ali: un simbolo di volo e di speranza" ha dichiarato Kevin WY Lee, fotografo, direttore creativo e membro della giuria del Concorso fotografico, descrivendo lo scatto vincitore.

Photo Report of the Year l’italiano Antonio Faccilongo (premio introdotto nel 2019), racconta storie d'amore influenzate dal conflitto israelo-palestinese.

Sono state inviate più di 74.000 immagini da circa 4.300 fotografi in tutto il mondo. La cerimonia, causa Covid, si è svolta online.