top of page

La Nazionale siciliana dice addio al CONIFA




di Maria Salomone


La Sicilia F.A. esce definitivamente dalla Confederation of Independent Football Associations (CONIFA), l’organizzazione calcistica internazionale cui aveva aderito formalmente nel 2021. La dirigenza della Nazionale Siciliana ha elencato, in una lettera indirizzata ai vertici mondiali ed europei della CONIFA, i motivi che hanno condotto a questa scelta ormai irrevocabile. La decisione giunge a pochi giorni dall’invito pervenuto dalla Nazionale Corsa: nel 2024, infatti, la Sicilia disputerà un trofeo internazionale in Corsica, con la possibilità ancora aperta che a prendervi parte ci siano anche alcune nazionali FIFA.


All'epoca dell'adesione, l'intento era di far parte di un’organizzazione ramificata su più continenti e capace di favorire occasioni di dialogo e confronto tra le selezioni del circuito Extra-FIFA e le principali istituzioni sportive internazionali, nazionali e locali, ossia il CIO, la FIFA, la UEFA, il CONI, la FIGC e la LND. Le aspettative riguardavano un percorso di collaborazione produttivo di un rapporto tra esse ed il calcio Extra-FIFA.


Tuttavia, trascorsi due anni. tale obiettivo non rappresenta più una priorità per la confederazione, almeno nel breve termine, oltre al fatto che la presenza all'interno della CONIFA di realtà rappresentative di entità folcloristiche ed antistoriche che incidono negativamente sulla credibilità dell’intero movimento calcistico Extra-FIFA, danneggiandone l'aspetto mediatico. Inoltre, il ripetuto annullamento di eventi sportivi già inseriti nel calendario. Pur comprendendo le cause di forza maggiore, resta il rammarico di non aver potuto disputare tornei all’estero nel biennio 2022/23 per via di scelte discutibili e di processi organizzativi lacunosi posti in essere dalla CONIFA.


«Abbiamo preso questa decisione – ha dichiarato il Presidente della Sicilia F.A., Salvatore Mangano – perché riteniamo che il percorso di crescita della Nazionale Siciliana non sia più compatibile con la permanenza in CONIFA. Nelle nostre intenzioni occorre costruire rapporti di collaborazione con le istituzioni calcistiche ufficiali e rafforzare la sinergia con le realtà più prestigiose e virtuose del circuito Extra-FIFA, come stiamo già facendo con la Corsica».




Comments


bottom of page